Ascolti tv mercoledì 8 settembre: “Il peccato e la vergogna” vince ancora

Un prime time ancora all’insegna delle tragiche vicende de “Il peccato e la vergogna” quello di ieri, mercoledì 8 settembre. La fiction prodotta dalla Ares Film, con Gabriel Garko, Manuela Arcuri, Francesco Testi, Eros Galbiati e Giuliana De Sio, ha permesso a Canale 5 di essere incoronato ancora una volta “re” della prima serata con 5.743.000 telespettatori, share del 26,80%. La puntata in onda ieri è stata particolarmente all’insegna della violenza: il cerchio fascista si è stretto sempre di più intorno alla famiglia dei Fontamara, Carmen ha rivelato a Giulio che il figlio che porta in grembo non è suo e la cattiveria di Nito ha raggiunto l’apice nel finale, quando l’uomo ha sparato a sangue freddo ai fratelli Giancarlo e Giulio e alla madre, in fuga verso Genova. Il quarto appuntamento è ora previsto per venerdì 10 settembre.

Lo speciale “I soliti ignoti… E confermo” su Rai Uno, condotto da Fabrizio Frizzi e con ospiti della serata Carlo Conti e Gigi Proietti, in cui lo scopo del gioco è scoprire le identità nascoste dei personaggi, ha portato a casa Rai 4.601.000 telespettatori, share del 20,24%.

L’ultimo appuntamento con la miniserie “Samurai Girl” su Italia Uno ha appassionato 2.136.000 telespettatori, share dell’8,83%, con l’episodio “Il libro dell’ombra“, in cui Heaven riesce finalmente a incastrare suo padre, ma deve fare i conti con Karen, spacciatasi per amica e innamorata di Jake, andando incontro al suo destino.

Con “Voyager – Ai confini della conoscenza”, su Rai Due, Roberto Giacobbo ha portato 1.939.000 telespettatori, 8,23% di share, a scoprire i misteri di Londra e tante altre curiosità.

Il film di Retequattro, “U-571”, regia di Jonathan Mostow, con Matthew McConaughey, Harvey Keitel e Bill Paxton, in cui, durante la Seconda Guerra Mondiale, un gruppo di soldati americani deve compiere una difficile missione, ha guadagnato 1.443.000 telespettatori, 6,49% di share.

“L’angolo rosso” su Rai Tre, diretto da Jon Avnet, con Richard Gere, Bradley Whitford, Bai Ling e Byron Mann, la storia di un avvocato che viene accusato di un omicidio che non ha commesso, ha coinvolto 1.719.000 telespettatori, 7,32% di share.

Infine, su La7, la prima stagione della serie “Crossing Jordan” ha racimolato 737.000 telespettatori, 2,92% di share, nel quindicesimo episodio, “Atti di misericordia“, e 710.000 telespettatori, 3,15% di share, nel sedicesimo, “Persi e ritrovati“.

Antonella Gullotti