Calciomercato Milan, Balotelli rivela: “Anche a me piacerebbe essere rossonero”

Lo si era visto di recente con la maglia del Milan e ai tifosi nerazzurri era venuta per così dire l’orticaria. Poi gli stessi avevano tirato quasi un sospiro di sollievo nel vederlo volare a Manchester bello e sistemato, pur di non vederlo vestito del colore degli odiati cugini, ma di questi tempi, passare da una sponda all’altra del Naviglio sembra essere di gran moda.

Dal San Matteo un messaggio – Oggi per Mario Balotelli è stata una giornata particolare, vista l’operazione che ha dovuto subire al menisco che lo terrà ai box per un paio di mesi. Da Pavia però, l’attaccante del City non ha mancato di lanciare un messaggio d’amore per il Milan. Già qualche mese or sono, il giovane attaccante fu punzecchiato dalle telecamere di Striscia con la maglia del Milan addosso e questo provocò il malumore dei suoi ex tifosi nerazzurri. Oggi Mario ha affermato: “Sono contento – ha affermato parklando dell’interesse dei rossoneri –  il Milan è forte e sarei felice di giocarci”. Insomma più che un arrivederci.

La replica di Raiola – Mister mercato Mino Raiola, procuratore di Balotelli, ha voluto dire la sua sulle voci di un possibile accostamento di SuperMario al Milan. “Dire che Mario tra due anni va al Milan credo sia sbagliato. Ora deve pensare a guarire e a far bene al City, poi si vedrà” ha dichiarato il procuratore. “È chiaro che non si può mai escludere nulla, – ha proseguito Raiola – non escludo che un giorno possa andare al Milan, ma nemmeno che possa tornare all’Inter, o andare all Juve o al Real Madrid, perché dovrei escludere delle cose? Mansour non sarebbe certo d’accordo con questa che è la fantasia di tutti”

La replica di Galliani – Anche l’ad rossonero Adriano Galliani ha voluto parlare di Balotelli e di un suo possibile  arrivo a Milanello nei prossimi anni. “ Balotelli? Per cortesia, Balotelli può essere tifoso e tutto il resto, ma si è trasferito ora e non sarebbe rispettoso verso il Manchester City. Gli ho fatto gli auguri, ma non c’è assolutamente alcun altro retro-pensiero.” Chissà però, se  ancora una volta Galliani in cuor suo non speri un giorno di coprire di rossonero anche SuperMario.

Alessandro Iraci