X Factor 4, Marco Mangiarotti: Anna Tatangelo ed Elio non sono Morgan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:38

Da “Amici 10” a “X Factor 4”, Marco Mangiarotti non lascia scampo a nessuno, ce n’è per tutti, dagli elogi alle critiche dirette, partendo dall’assenza di Morgan, per concludere con Anna Tatangelo ed Elio.

Per il vicedirettore del Giorno è chiaro che la scelta dei quattro giudici è mirata ad ottenere un maggior risultato in termini d’ascolto, ma è anche sicuro che nel complesso il tutto non abbassi la qualità del programma, ma, anche per lui, “niente è più come prima”….

Rispondendo ad un’intervista de Il sussidiario, Mangiarotti non può non parlare di Morgan: “Era il musicista, entrava e usciva dal format televisivo alzando notevolmente il livello musicale e culturale del programma, però anche con un approccio totalmente narcisistico: per metà a favore del programma e per metà a favore delle proprie dinamiche psico-comportamentali, però con una grande intelligenza”.

Ha fatto sorridere tutti la singolare entrata di Elio ad inizio prima puntata di” X Factor 4”, travestito da Morgan, per il critico musicale lo spunto per giusto per paragonare i due artisti: “Elio non sta rifacendo Morgan, assolutamente, ha infatti una sua dimensione molto concreta e seria, nel senso che si prende molto sul serio: sente in maniera estrema la responsabilità del proprio ruolo e rispetta il programma. Dopo di che, ci mette anche un po’ della sua follia nelle proprie scelte artistiche, con molta ironia. Elio ha questa chiave di teatralità, di spettacolarizzazione che è caratteristica del suo modo di stare sul palco: è una persona molto intelligente, vive il programma come un palcoscenico e quindi gioca tra la neutralità dell’oggettività, della razionalità, della competenza musicale, e la capacità di comunicazione sul palcoscenico”.

Poi è il turno di Anna Tatangelo, che, ovviamente, paga il conto per la sua giovane età: “Anna Tatangelo è una persona che sicuramente ha delle intuizioni e in fondo rispecchia la generazione cui appartiene: sta dalla parte dei giovani, però conosce poco o nulla del mondo di chi è un po’ meno giovane di lei, quindi c’è da parte sua un’ignoranza, nel senso di mancanza di conoscenza, che lascia molti buchi neri. Nei suoi giudizi va molto a pelle per cui esprime una grande vicinanza rispetto ad alcuni anche senza pregiudizi, ad esempio quando è arrivato il ragazzo di colore, però anche dei rifiuti totali a pelle rispetto ad altri. Alterna momenti di grande dolcezza a momenti di arroganza che forse sono una sua chiave di difesa, perché sa di potersi difficilmente difendere quando vengono messe in discussione le sue posizioni: si può schermire solo ribadendo il proprio “io”, non tanto scendendo sul campo del confronto”.

S.L.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!