Bergamo: addio libri, a scuola arriva l’Ipad

Tutti da ragazzi ci siamo lamentati dello zaino troppo pesante oppure siamo stati rimproverati dai professori per aver dimenticato un libro a casa.
Ma da quest’anno scolastico, diciassette alunni della 4 L del liceo Scientifico “Lussana” di Bergamo non avranno più scuse: la scuola superiore consegnerà in comodato d’uso un Ipad con wi-fi, l’ultimo gioiello di casa Apple che sostituirà i libri.
L’Ipad sarà utilizzato durante le lezioni, per i compiti a casa e anche i compiti in classe, ma il collegamento online sarà interrotto dagli insegnanti per evitare che venga copiato da internet.
Ma la tecnologia non si ferma certo qua: la classe sarà dotata, oltre dei 17 iPad, anche di sei Ebook readers, lim, maxischermo e proiettore da pc.
Grazie a queste novità tecnologiche, gli studenti potranno attingere a tutto l’inglese possibile attraverso i programmi delle reti televisive anglofone, alla nuova didattica della chimica, alla Divina Commedia tridimensionale. Inoltre sarà possibile registrare la lezione in classe e mettere in rete il materiale elaborato in gruppo in cartelle condivise.
Il progetto è nato dall’intesa tra il comitato tecnico scientifico del liceo Lussana e dell’Ufficio scolastico regionale ed è stato finanziato da quest’ultimo con 10.000 euro. A studiare i risultati della sperimentazione sarà Mario Rotta, uno dei maggiori esperti in Italia di e-book.
Un nuovo modo, dunque, di vedere la scuola. Ma sicuramente gli alunni rimpiangeranno i vecchi libri sui quali era possibile scarabocchiare e imprimere per sempre i proprio pensieri. Un benvenuto alla tecnologia, ma con qualche rimpianto verso i vecchi e cari libri.

Daniela Ciranni