Pagelle Cagliari-Roma: Matri decisivo, Nicolas Burdisso da censura

Alessandro Matri, 26 anni, autore di una doppietta

Nella splendida vittoria del Cagliari sulla Roma, positiva la prova di tutta la squadra rossoblù. In evidenza, su tutti, il portiere Agazzi, strepitoso in almeno tre occasioni, e Matri, autore di una doppietta.

Tra le fila giallorosse, decisivo in negativo Nicolas Burdisso, il cui fallaccio su Conti ha compromesso la gara. Si salvano De Rossi e Menez, i soli capaci di creare qualche grattacapo ai sardi.

CAGLIARI (4-3-1-2):

Agazzi 7,5: Incolpevole sul gol, si supera su Menez, Cassetti e De Rossi.

Pisano 6,5: Spinge bene sulla corsia di destra.

Canini 6: Il gol di De Rossi nasce da una sua ingenuità. Poi tiene bene.

Astori 7: Roccioso su Borriello, lo costringe a girare al largo.

Agostini 6: Reduce da un infortunio, si limita a tenere la posizione.

Biondini 6,5: Qualche responsabilità sul gol di De Rossi, poi carbura e combatte come un leone.

Conti 7: Gol d’autore e rigore procurato prima di essere messo k.o. (dal 24′ pt Lazzari 6,5: Geometrie sul centro-sinistra, chiude con il gol).

Nainggolan 6,5: Bel giocatore: piedi buoni e senso della posizione. Cala nel finale.

Cossu 6,5: A volte è troppo frenetico, ma palla al piede è imprendibile.

Matri 7,5: Segna due gol e fa grande movimento. Punto di riferimento in avanti (dal 29′ st Nené s.v.).

Acquafresca 6,5: Torna a Cagliari e riprende a segnare: l’aria della Sardegna gli fa bene (dal 22′ st Pinardi s.v.).

All. Bisoli 7: L’avversario gioca gran parte della gara in 10, ma il suo Cagliari disputa un’ottima partita sul piano della corsa e dell’intensità. Azzeccata la mossa Nainggolan.

ROMA (4-3-1-2):

Julio Sergio 5,5: Sul gol di Acquafresca appare impacciato.

Cassetti 5: Spostato a sinistra dopo pochi minuti, soffre le incursioni di Pisano.

N. Burdisso 4: Ha molte responsabilità sulla sconfitta della Roma. La sua entrata su Conti non ha giustificazioni.

Juan 5,5: Prova a mettere una pezza nelle falle lasciate dai fratelli Burdisso, ma è un’impresa improba.

Castellini s.v. Esordio sfortunato (dal 14′ pt Rosi 5,5: L’impegno c’è, per la precisione nei cross c’è molto da lavorare).

De Rossi 6: Predica nel deserto del centrocampo giallorosso. Suo il gol del provvisorio pareggio.

Pizarro 5: Prova a imbastire un abbozzo di regia, ma viene sovrastato dal centrocampo sardo.

Perrotta 5: L’impegno non manca, ma corre spesso a vuoto.

Menez 6: L’unico a saltare l’uomo e a creare i presupposti per qualche azione pericolosa (dal 19′ st Baptista s.v.)

Totti s.v. Sacrificato per gli equilibri della squadra (dal 24′ pt G. Burdisso 5: Perde di vista Acquafresca e Matri in occasione del 3° e 4° gol).

Borriello 5: Abbandonato presto al suo destino, prova qualche sponda e poco più.

All. Ranieri 5: D’accordo, la follia di Burdisso ha inciso pesantemente sul risultato. Ma non sarebbe stato meglio togliere Borriello e lasciare in campo Totti al momento dell’espulsione?

ARBITRO Celi 6,5: Partita agevole con un solo episodio delicato: lui fa la cosa giusta mandando Burdisso sotto la doccia.

Pier Francesco Caracciolo