Fiorella Mannoia difende Marco Mengoni sulla questione della sessualità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:11

E’ un treno in corsa Fiorella Mannoia: a cinquantasei anni il tempo per lei sembra non passare mai e, oggi come negli anni Settanta, è sempre un punto fermo nel panorama musicale italiano.

Ieri sera è stata protagonista di uno straordinario concerto all’Arena di Verona, in cui si è esibita insieme ad amici e colleghi e domani, martedì 14 settembre, nei negozi di dischi sarà possibile trovare “Il tempo e l’armonia”, il suo ultimo album live, registrato in occasione del doppio concerto il 24 e 25 maggio 2010 al Teatro Filarmonico di Verona.

Anche il cd è doppio e contiene tante splendide cover e un brano inedito, “Se veramente Dio esisti”, scritto per lei dagli Avion Travel. A questo proposito, la cantante descrive la commozione provata nel momento in cui ha sentito il brano: “Mi sono parecchio commossa quando l’ho ascoltata. E’ una preghiera struggente e delicata che riflette un senso di smarrimento e sbandamento che c’è nel nostro Paese”, ha dichiarato in un’intervista a Tgcom. E la canzone recita così (fonte Musicroom.it): “Signore mio, dacci un santo, un artista/padreterno che vinca la morte/oltre la fatica e la sorte/allungare la vista oltre le porte/per vedere la luna e pure Marte./Signore mio, dacci un parere/per quando ci vogliono interrogare/in tempo di pace e di sonno/che ci faccia star bene/e per continuare in tempo di guerra/magari a campare./Se veramente Dio esisti/se sei quello dei giorni tristi/oppure quello degli inni alla gioia/fai che sia vita la nostra/una vita senza la noia./Senza la pena di queste giostre/le mie, le loro, le vostre/per quando ci mettono nelle liste/e ci vogliono sparare/e voi la mira gli dovete sbagliare”.

Durante l’intervista a Tgcom, però, la Mannoia ha detto la sua, in maniera molto esplicita per la verità, sul polverone alzato da Fabri Fibra in relazione alla sessualità di Marco Mengoni: “Io non sono d’accordo. Il privato di un personaggio pubblico è privato. Ma dico io che cosa ne sanno le persone dei ragazzi che non dichiarano la loro sessualità? – si legge sul sito web – Magari è per non far soffrire i genitori o chi si vuol bene, ma possono esserci anche altri mille motivi. Quando ho sentito Cecchi Paone che chiedeva a Zero e Ferro di fare outing volevo telefonargli per dire ‘Ma perché non ti fai una padellata di ca… tuoi?'”.

In effetti, come darle torto?

Antonella Gullotti

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!