Scomparsa Sarah: in un profilo Facebook con id Regen forse la svolta

Continuano senza sosta le ricerche di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana di cui non si hanno più notizie dal pomeriggio del 26 agosto.

Il mistero si arricchisce ora di nuovi particolari. Secondo quanto riferito dagli investigatori, la ragazza utilizzava tre schede telefoniche, tre numeri diversi con lo stesso telefonino. Nulla di strano, forse, dal momento che questo è un metodo utilizzato da tantissimi giovani per risparmiare scegliendo gestori diversi. Un fatto normale anche per i parenti della ragazza scomparsa, sempre più contrariati dall’idea che Sarah possa essere fuggita di propria volontà. I carabinieri si stanno però concentrando sui tabulati per riuscire a ottenere informazioni preziose in questa vicenda che al momento appare essere tutt’altro che chiara. Non si tratta infatti di una sparizione classica, ma di qualcosa di ben diverso, un mistero che da settimane ormai tiene col fiato sospeso l’Italia intera. Nuove chiavi di lettura dell’intero giallo sarebbero emerse anche dal computer della 15enne.

Intanto l’attenzione è tutta puntata su un nuovo profilo di Facebook, con id Regen, parola che in tedesco significa pioggia. E sia Sarah che la cugina Sabrina studiavano a scuola il tedesco. In Germania fra l’altro vive anche un cugino che ora è sotto lo sguardo degli investigatori. Dietro il profilo di Regen  protebbe in realtà nascondersi la cugina Sabrina e il flusso dei messaggi in effetti è stato interrotto da quando le hanno sequestrato il computer.

Particolari inquietanti che rendono ancor più complicata una vicenda in cui ancora nessuno vede chiaro.

Raffaele Emiliano