Home Spettacolo Cinema

Shakira diventa attrice di Bollywood, sarà la dea Kali

CONDIVIDI

Shakira interpreterà la dea Kali, la temibile moglie di Shiva, il dio indù della distruzione, in un film di produzione indiana intitolato Kaali – The Warrior Goddess. A renderlo noto è stato Karan Arora, amministratore delegato della High Ground Entertainment Ltd, casa di produzione della pellicola: “Kaali – The Warrior Goddess sarà un film in 3D in lingua indi girato a Londra o in un’altra città dell’Europa occidentale”. Arora ha poi annunciato la presenza della cantante colombiana: “Shakira è a bordo, lo ha confermato di persona ai miei collaboratori”. Il contratto non è ancora stato firmato e la cifra della collaborazione non è stata fissata. “Abbiamo scelto lei perché avevamo bisogno di una star di respiro internazionale e ci è parsa adatta alla parte anche fisicamente, perché scura di pelle”. Si tratterebbe della prima esperienza in un film per la vincitrice di due Grammy Awards, che ha alle spalle due apparizioni in serie televisive americane, Taina ed El Oasis. All’apice del successo, grazie a Waka-Waka, il tormentone dei mondiali, Shakira non ha ancora né confermato né smentito la notizia.

Non è la prima volta che una star dello showbiz americano è protagonista a Bollywood. Recentemente Jessica Simpson, l’interprete di Hazzard, ha girato una puntata del suo reality show, The Prince of Beauty, proprio sul set di un film indiano. Con lei c’era anche Neha Dhupia, star di Bollywood. La puntata, che è andata in onda anche in Italia, su MTV, ha mostrato le due attrici alle prese con le pratiche ayurvediche, una seduta di yoga della risata e l’henne, disegno che usualmente viene fatto sulle mani di una sposa indiana il giorno prima del matrimonio. Kylie Minogue si è invece esibita in Blue, film di Bollywood dove ha cantato e ballato per un compenso di un milione di dollari.

Anche Sylvester Stallone ha lavorato su un set indiano, Kambakh Ishq, interpretando la parte di uno stuntman innamorato di una modella

Pare insomma che Hollywood negli ultimi anni abbia sviluppato un sempre maggiore interesse per l’India e il suo cinema. A conferma di ciò c’è il successo di film come Slumdog Millionaire, premiato con otto Oscar, e l’ampio spazio che viene concesso in produzioni cinematografiche e televisive americane a star indiane come Freida Pinto,  Aishwarya Rai o Archie Panjabi, l’attrice britannica di famiglia indiana che ha vinto lo scorso 30 agosto l’Emmy Award come migliore attrice non protagonista in una serie televisiva drammatica.

Vincenzo Bardo

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram