Europa League, Napoli-Utrecht 0-0: gli Azzurri di Mazzarri si inceppano di nuovo

Edinson Cavani: il bomber del Napoli stasera è rimasto a secco contro l'Utrecht (Foto: Liverani)

Il Napoli conquista il suo terzo pareggio consecutivo di quest’inizio stagione. Nella gara inaugurale della Fase a Gironi di Europa League i Campani pareggiano infatti per 0 a 0 contro l’Utrecht. La gara ha visto gli uomini di Mazzarri nuovamente poco lucidi e pieni di grande animosità. Un’animosità che però non ha permesso al Napoli di sbloccare il risultato a suo favore. Buona invece la prova dell’Utrecht, che ha giocato in maniera perfetta, sfiorando spesso anche la rete del colpaccio.

1 tempo – Mazzarri decide di mandare i suoi uomini in campo con il 3-4-2-1, e con i neo-arrivati Yebda e Sosa in gioco dal primo minuto. 4-3-3 per l’Utrecht di Du Chatinier, che in fase difensiva si trasforma in un 3-5-2.

Dopo una breve fase di studio tocca al Napoli scagliare il primo tiro in porta. Al 7′ infatti Sosa si presenta di fronte ai suoi nuovi tifosi con un insidioso tiro rasoterra, cheVorm mette in angolo. L’Utrecht non si scompone, ed un minuto dopo risponde con una conclusione di Mertens, che De Sanctis para.

Il Napoli dimostra di essere in buona forma, ed all’11’ si ripresenta davanti a Vorm con Gargano: su calcio d’angolo la palla arriva infatti al giocatore uruguagio, che ci prova dalla lunga distanza. Il portiere della squadra olandese però è attento, e riesce a parare.

Dopo un buon avvio il Napoli si ferma. Esce fuori l’Utrecht, che con alcuni contro-attacchi prova a spaventare la difesa degli Azzurri. I giocatori di Mazzarri però sono attenti, e così sventano ogni tipo di pericolo.

Napoli che si riaffaccia in avanti al 27′ ed al 41′: nella prima azione ci prova Dossena dalla distanza, con Vorm che però non si lascia sorprendere. Nella seconda azione si scatena Cavani, che dopo una bella azione personale si invola fino all’area dell’Utrecht: il suo tiro-cross però è debole, e l’estremo difensore della squadra ospite lo para senza problemi.

Dopo un solo minuto di gioco l’arbitro ungherese Vad manda le due squadre nello spogliatoio, con il risultato di 0 a 0.

2 tempo – Mazzarri e Du Chatinier non effettuano alcun cambio, quindi in campo scendono gli stessi 22 giocatori che avevano giocato il primo tempo.

Nella ripresa il Napoli cerca di trovare la quadra per sfondare l’attenta difesa dell’Utrecht. La squadra olandese invece tiene bene il campo, e di tanto in tanto cerca di sfruttare gli spazi e gli errori che concede il Napoli in difesa. Al 50′ infatti ci prova Silderbauer a sfruttare un errore di impostazione di Sosa: il tiro del mediano dalla distanza mette in difficoltà De Sanctis, che però alla fine riesce a deviare in angolo la sua insidiosa conclusione.

Il ritmo della partita non cambia molto nella ripresa. Il Napoli infatti ha problemi a sfondare la difesa olandese. Per questo motivo Mazzarri prova a dare la scossa ai suoi inserendo Maggio, Hamsik e C. Lucarelli, ma l’unico effetto che i cambi riescono a sortire è un tiro dalla distanza di Lavezzi parato da Vorm.

Il Napoli negli ultimi minuti del match ci prova, ma è impreciso e poco lucido sotto porta. La gara così dopo 4 minuti di recupero termina con il risultato di 0 a 0.

IL TABELLINO:

NAPOLI (3-4-2-1) – De Sanctis; Santacroce Cannavaro Aronica; Zuniga Gargano Yebda(75′ C.Lucarelli) Dossena(68′ Maggio); Sosa(55′ Hamsik) Lavezzi; Cavani. A disposizione: Iezzo. Cribari, Grava, Blasi. Allenatore: Mazzarri.

UTRECHT (4-3-3) – Vorm; Cornelisse Wuytens Schut Nesu; Duplan(84′ Maguire) Silderbauer Mertens(88′ Danso); Demouge Van Wolfswinkel Lensky. A disposizione: Sinouh. Van Der Maarel, Sarota, Vostermans, Nihjolt. Allenatore: Du Chatinier.

Arbitro: I. Vad (Ungheria).

Ammoniti: Van Wolfswinkel, Demouge, Silderbauer (Utr); Yebda, Cavani, Gargano, Maggio, Santacroce (Nap).

Simone Lo Iacono