La Russa: Berlusconi non parlerà in piazza Duomo

Il coordinatore del Pdl, Ignazio La Russa, ha ieri rivelato ai giornalisti parlamentari alcune anticipazioni sulla prossima festa del Pdl. Il raduno “azzurro”, che si svolgerà a Milano, dal 24 settembre al 3 ottobre, culminerà con l‘intervento conclusivo del presidente del Consiglio. Ma qui sta la prima, interessante rivelazione perché il premier non arringherà le folle da piazza Duomo (come ipotizzato in un primo momento), ma da piazza Castello.

“Un comizio di Berlusconi in piazza Duomo a Milano – ha spiegato La Russa ai cronisti – avrebbe ‘vampirizzato’ la festa del Pdl in piazza Castello. Per questo abbiamo scelto di ritornare alla localizzazione originaria. Non c’è nessun giallo, nessun retroscena. Non aveva senso chiudere la festa in un luogo diverso – ha precisato il ministro – Significava svuotare i luoghi della nostra festa”.

Parole con le quali il coordinatore del Pdl ha tentato di scoraggiare le “fantasticherie” di quanti hanno ipotizzato che alla base della rinuncia di piazza Duomo ci sia piuttosto il ricordo dello sgradevole incidente dello scorso 13 dicembre, quando – proprio dopo un intervento – il presidente del Consiglio fu ferito al volto da una miniatura scagliata da Massimo Tartaglia.

Mistero anche sull’annunciato corteo che avrebbe dovuto chiamare a raccolta il popolo pidiellino. Secondo i beni informati, non si terrà per motivi di ordine pubblico. Nella stessa giornata del 3 ottobre, infatti, giungeranno a Milano circa seimila immigrati da tutta la regione per il “Pellegrinaggio dei migranti della Lombardia“, un evento organizzato dal cardinale Tettamanzi circa un anno fa.

Se alla folla di pellegrini si fossero aggiunti anche i sostenitori del Pdl, il sistema di controllo e di sicurezza della città avrebbe rischiato di andare in tilt. Versione sbugiardata, però, dal ministro La Russa: “Non abbiamo rinunciato alla manifestazione di piazza Duomo – ha spiegato – non c’era alcun problema con la Curia e nemmeno di sicurezza. Abbiamo semplicemente scelto l’opzione originaria che prevedeva piazza Castello”.

“Magari – ha ripreso il ministro della Difesa – ci può essere una festa del Pdl a Roma con un comizio a novembre-dicembre”. E un corteo trionfale come quelli che piacciono tanto al premier. E sulle date della kermesse milanese: “La festa – ha anticipato La Russa – si terrà dal 24 settembre al 3 ottobre, ma il 23 sera – ha precisato – terremo una anteprima con una cena di gala dedicata al 150/mo anniversario dell’Unita’ d’Italia”.

Maria Saporito