La guerra dei browser, arriva Internet Explorer 9

Nel 2004 il 90% degli utenti navigava in rete usando Internet Explorer, il browser web di Windows. Oggi la quota di mercato si aggira attorno al 60%. La “guerra dei browser” sembra vivere una fase cruciale, Mozilla Firefox, Google Chrome e Safari di Apple rosicchiano giorno dopo giorno fette di mercato importante al leader del settore, e la casa di Redmond corre ai ripari presentando al pubblico la versione beta (quindi non definitiva) del nuovo Internet Explorer 9, un’autentica rivoluzione per il software di navigazione più usato al mondo.

Cominciamo dalla grafica: sia Firefox che Chrome fanno della semplicità e della chiarezza della pagina il loro punto di forza. Explorer in questa nuova veste sembra decisamente essersi messo al passo coi rivali: la barra degli indirizzi superiore e le schede delle varie pagine occupano una porzione davvero minima di spazio, regalando all’utente una finestra di navigazione molto grande e comoda. Ma le novità importanti arrivano dal nuovo motore del browser Microsoft: più veloce e performante, da questa versione il software di navigazione potrà utilizzare anche l’hardware grafico del computer, che permetterà di sfruttare a pieno il nuovo codice di programmazione HTML5, utile per navigare in gran parte del web senza l’installazione di software di terze parti e con rese maggiori, soprattutto nella riproduzione video. Ultima novità, la possibilità di creare dei link ai siti preferiti direttamente sulla barra delle applicazioni del sistema operativo, analogamente a quanto già succede con iPhone e iPad.

Insomma, per il momento Internet Explorer 9 sembra in grado, se non di riguadagnare la fetta di mercato persa, almeno di contenere i danni. Dopo Windows 7, che in parte ha placato gli animi di critica e utenti scontenti di Vista, il gigante di Redmond porta a casa un altro buon risultato. Unico neo: il nuovo browser non sarà compatibile con Windows XP, che da solo occupa il 53% del mercato dei sistemi operativi.

Tiziano Ottaviani