Germania, Oktoberfest al via

Cameriere in costumi d'epoca sfilano tra i tavoli servendo birra nei tradizionali boccali da un litro

L’Oktoberfest aprirà ufficialmente i battenti nella giornata odierna. La festa della birra più popolare al mondo si celebrerà fino al 4 ottobre a Monaco di Baviera. Più di sei milioni di persone da tutta Europa sono attese per la celebre manifestazione, che festeggia 200 anni.

Strade, piazze e birrerie della città bavarese saranno prese d’assalto da orde di visitatori, così come la Theresienwiese, una distesa di tendoni situata appena fuori dal centro cittadino, storica sede della festa. “Paulaner”, “Spaten”, “Hofbrauhaus”, “Hacker-Pschorr”, “Augustiner” e “Lowenbrau” saranno le sei etichette di Monaco autorizzate a spillare fiumi di birra. Sfilate nel classico costume bavarese, corse di cavalli, mostre, concerti, bancarelle e lunapark faranno da corollario al raduno, che si prospetta ancora più spumeggiante rispetto agli anni passati.

Ricorre quest’anno il 200° anniversario dell’Oktoberfest. Nacque esattamente il 12 ottobre 1810, in occasione del giorno delle nozze tra il principe ereditario Ludovico di Baviera e la principessa Teresa di Sassonia. Per quell’evento fu organizzata una maestosa corsa di cavalli a cui assistette l’intera popolazione di Monaco. Visto il successo della corsa, si decise di ripetere la manifestazione ogni anno. Tuttavia, rapidamente la principale attrazione della festa si spostò dai cavalli alla birra, vero simbolo di unione e fratellanza tra i tedeschi. Da allora questa ricorrenza si celebra durante un periodo di 14 giorni compreso tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre, in concomitanza con la raccolta del luppolo, del malto e dell’orzo.

Tra i momenti più belli e festanti c’è senza dubbio l’apertura della manifestazione, ovvero il momento in cui il sindaco di Monaco, Christian Ude, è chiamato a versare la prima birra. Per fare ciò, il rubinetto dovrà essere inserito nella botte inaugurale a colpi di martello. Riuscito nell’intento, il primo cittadino potrà pronunciare la celebre espressione in dialetto bavarese O’Zapft is!” (traducibile come “È stappata!”) e la festa avrà ufficialmente inizio.

Bicchieroni da un litro, colmi fino all’orlo come vuole la tradizione, sfileranno tra i tavoli, portati da bellissime bionde cameriere vestite con storici abiti e vertiginose scollature. Essere ubriachi sarà la parola d’ordine, ma con un occhio alla sicurezza: la Polizia tedesca, infatti, non scherza!

Emanuele Ballacci