Serie A, Milan-Catania 1-1: l’immortale Inzaghi risponde all’eurogol di Capuano

Pippo Inzaghi non si ferma, adesso insegue Baggio tra i migliori marcatori di A

Il Milan non va oltre l’1-1 contro il Catania nell’anticipo della terza giornata di Serie A. Le reti tutte nel primo tempo. Gran gol degli etnei con Capuano e pareggio di Inzaghi che arriva così ad un solo gol da Van Basten. I rossoneri ripetono solo a sprazzi il buon secondo tempo di Champions e incontrano un ottimo Catania ben messo in campo da Giampaolo. Novità dell’ultimo minuto per entrambe le squadre. Robinho non riesce a recuperare neanche per la panchina e quindi Ibra più largo a destra con Inzaghi punta centrale del tridente rossonero. Nei siciliani Ledesma va in panchina con la regia affidata a Carboni.

1° TEMPO – Partono bene gli ospiti con Ricchiuti che già al ‘2 va alla conclusione dal limite; Abbiati blocca sicuro. E’ il preludio all’ottima aggressività con cui il Catania entra subito in partita. Mascara, a sorpresa, parte dalla linea dei centrocampisti creando superiorità, mettendo in impaccio la mediana rossonera. Dall’altro lato, Ibra e Inzaghi devono ancora prendere le misure per giocare fianco a fianco. Ricchiuti è il più pericoloso dei suoi nelle prime battute e al ‘9 rischia il “golazo” involontario con un cross che il sorpreso Abbiati mette in angolo. Il Milan si sveglia pian piano e al ’13 per poco non va in vantaggio con Inzaghi che, liberato da Ibra nell’area piccola, sbaglia clamorosamente sparando alto. Da qui inizia la spinta rossonera che diventa pressante, ma i ragazzi di Giampaolo si difendono bene, concedendo poco e ripartendo quando possono.

Al ’25 ottimo spunto di Potenza che vola sulla fascia, scambia in uno-due al limite e arriva a calciare da dentro l’area impegnando Abbiati in angolo. Nell’azione dopo il numero uno del Milan non può nulla sulla bellissima conclusione di Capuano che arriva per primo sulla palla a campanile lanciato da Pirlo e colpisce al volo da 35 metri: palla che si insacca all’angolino. Clamoroso vantaggio Catania che al ’28 ha la palla del raddoppio su un contropiede 3contro2, ma Ricchiuti spreca calciando a lato. Il Milan reagisce, ma non trova la porta che invece è sottotiro in ogni contropiede rosso azzurro. Silvestre al ’35 sfiora ancora il 2-0 di testa su calcio piazzato. Al ‘45 arriva il pareggio che tranquillizza S.Siro. Invenzione di Dinho che dalla sinistra mette una rasogliata in area sulla quale si avventa Inzaghi sul filo del fuorigioco. Zampata vincente e si va al riposo sull’1-1.

2° TEMPO – Si riparte senza cambi e il Milan va subito vicino al gol con Ibra che inventa di tacco per l’accorrente Seedorf che tira rasoterra: Andujar respinge con il ginocchio. Meglio il Milan nel primo quarto d’ora della seconda frazione con gli ospiti che pagano il grande dispendio di energie del primo tempo. Giampaolo prova a cambiare il giocatore di fantasia dei suoi anche per non lasciare il buon Maxi Lopez isolato in avanti. Fuori Ricchiuti, dentro Ledesma, ma la partita è in mano ai padroni di casa. Al ’65 ci prova Thiago Silva dalla distanza, ma Andujar è attento. Un minuto dopo risponde Mascara con la stessa soluzione e Abbiati para. Si scuotono un po’ i siciliani che provano ad assumere l’ottimo atteggiamento del primo tempo fatto di spazi stretti e ripartenze.

Al ’72 Bonera raccoglie una palla vagante e prova ad emulare Capuano in occasione del primo gol, ma il tiro ha molta meno fortuna, finendo abbondantemente fuori. I rossoneri hanno sempre le redini del gioco in mano, ma non trovano il guizzo giusto nonostante Ronaldinho provi qualsiasi tipo di passaggio all’interno dell’area. All’81, su calcio d’angolo, l’ottimo Boateng viene anticipato di un soffio da Andujar sulla linea di porta. Nei minuti finali gli etnei si barricano dietro e riescono a tenere nonostante l’assedio rossonero. Finisce 1-1 con un Catania generoso e un Milan dal tanto possesso, tanti tocchi magici, ma poca lucidità nella conclusione.

Milan – Catania  1-1

Marcatori: Capuano al ’27, Inzaghi al ’45

(4-3-3):Abbiati; Bonera, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Pirlo, Seedorf(dal’90 Gattuso), Boateng; Ronaldinho, Inzaghi(dall’85 Oduamadi), Ibrahimovic. Panchina:Amelia,Zambrotta,Abate,Yepes,Papastathopoulos. All.: Allegri

(4-3-1-2):Andujar; Potenza(dall’82 Alvarez), Spolli, Silvestre, Capuano; Izco, Biagianti, Carboni(dal’74 Del Vecchio), Ricchiuti (dal’60 Ledesma); Mascara, Maxi Lopez. Panchina:Campagnolo, Terlizzi,Gomez,Antenucci. All.: Giampaolo

Arbitro: Morganti di Ascoli Piceno

Ammoniti: Boateng, Biagianti, Pirlo, Capuano

Giuseppe Greco