Civilization V, Sid Meier colpisce ancora

E’ in uscita il 24 settembre l’ultimo capitolo della saga creata da Sid Meier nel 1991, “Civilization V”, uno dei titoli più amati dagli appassionati di giochi di strategia a turni. Da cinque anni i fan aspettavano con impazienza questo nuovo episodio che, dalle parole del presidente della 2K Christoph Hartmann, l’azienda produttrice del videogioco, “segnerà una nuova era e cambierà per sempre il genere, responsabile di aver sonnecchiato per oltre due decenni”.

Vediamo nel dettaglio le novità di Civilization V. Come in passato, saremo il leader di una civiltà che guideremo dalla sua nascita sino alla sua scomparsa. Inizialmente vedremo solo la parte di mondo in cui si trova la nostra città, e dovremo quindi esplorare il resto del territorio e fondare nuovi insediamenti. Il mondo in cui si svolgeranno le avventure (generato dal gioco in base ad alcuni parametri impostati dall’utente) anziché essere diviso in quadrati, come avveniva nei precedenti capitoli, è diviso in esagoni, che danno al giocatore una maggiore libertà tattica e di movimento. Inoltre, autentica rivoluzione, ogni esagono potrà ospitare una sola unità militare. Per quanto riguarda la parte video, il nuovo motore grafico non sembra eccessivamente esoso, ma appare più pulito rispetto al passato ed è quasi del tutto sparito l’effetto “cartone animato” di Civilization IV.

Sid Meier ci regala l’ennesimo capolavoro di questa serie immortale, ormai in commercio da quasi vent’anni. Il gioco con questo quinto episodio torna in grande spolvero, con delle novità “epocali” che assicureranno ore di gioco sia ai giocatori di vecchia data sia agli utenti che per la prima volta si avvicineranno a questo titolo.

In parallelo con Civilization V, la Firaxis Games sta sviluppando “Sid Meier’s Civilization Network”, un’altra piccola rivoluzione che permetterà di giocare a Civilization sul social network Facebook, interagendo con i propri amici. L’uscità è prevista per il 2011.

Tiziano Ottaviani