Serie A, Roma-Bologna 2-2: Di Vaio rimonta il doppio vantaggio giallorosso

L'attaccante romano Marco Di Vaio. Per il bomber del Bologna due gol che hanno permesso ai suoi di agguantare il 2-2 contro la Roma

Se c’è un’aggettivo che sicuramente non può essere accostato alla Roma quello è banale: la squadra di Claudio Ranieri, dopo aver preso 5 reti a Cagliari e dopo aver subito la sconfitta all’Allianz Arena contro il Bayern, coglie il suo secondo pareggio interno in campionato impattando per 2-2 contro un Bologna mai domo. I giallorossi, avanti due reti a zero, riescono a farsi agguantare dai felsinei nel finale trascinati dal loro uomo simbolo, l’attacante romano ma di fede biancoceleste Marco Di Vaio autore di una doppietta. Roma e Bologna salgono così entrambe a 2 punti in classifica situazione che, ovviamente, preoccupa più i capitolini che gli emiliani.

PRIMO TEMPO – In avvio di gara sia Ranieri che Malesani confermano i loro moduli annunciati alla vigilia (4-2-3-1 per i giallorossi, 4-1-4-1 per i felsinei) con una sola variazione negli uomini schierati dal tecnico degli ospiti rispetto alle attese: Malesani, infatti, decide di portare in panca Gimenez e di dare una chance da titolare all’ex giocatore del Parma Paponi. La gara parte a ritmi blandi ma al primo tentativo serio il risultato si sblocca: lancio lungo dalle retrovie di Juan a cercare Borriello con l’ex bomber del Milan che parte in sospetto fuorigioco. La terna arbitrale non ferma il gioco e per l’attaccante napoletano è un gioco da ragazzi trafiggere Viviano per il gol che vale l’1-0 per la Roma dopo solo 8 minuti di gioco. Passano due minuti ed i giallorossi sfiorano il raddoppio con Totti il quale con una botta di destro dai 25 metri coglie in pieno la traversa con il numero uno dei rossoblu già battuto. Al 22′ si fa vedere il Bologna con l’uruguaiano Perez ma il suo diagonale dal limite non centra la porta difesa da Julio Sergio. Al 29′ la Roma va ancora in gol: Juan è più lesto di tutti a spedire alle spalle di Viviano un pallone vagante in area felsinea ma il gol del difensore brasiliano viene invalidato per un’inesistente fuorigioco del giocatore verdeoro. Abbaglio della terna arbitrale che lascia il risultato sull’1-0. In conclusione di prima frazione il Bologna ha un’occasione colossale per pareggiare: al 42’Rubin mette al centro un pallone (toccato di mano da Mexes) sul quale si piomba Paponi che al volo impegna Julio Sergio. Sulla ribattuta del portiere sudamericano arriva ancora il centrocampista scuola Parma che tira a botta sicura centrando il palo con l’estremo difensore capitolino fuori causa. Roma che si salva per un soffio e primo tempo che va in archivio con i giallorossi in vantaggio di misura su un buon Bologna.

SECONDO TEMPO – La ripresa parte con un cambio forzato fra le file degli emiliani: Paponi, infatti, si infortunia nell’occasione avuta in chiusura di prima frazione ed è costretto a lasciare il campo sostituito da Gimenez. Per quasi un quarto d’ora non succede nulla ma, come nel primo tempo, al primo affondo il risultato cambia ancora: siamo al 59′ quando un calcio di punizione di Totti dalla sinistra viene accidentalmente deviato alle spalle di Viviano dal terzino sinistro rossoblu Rubin. Autorete dell’ex giocatore del Torino e doppio vantaggio per la Roma. Al 64′ occasione per il 3-0 per Guillermo Burdisso, entrato al posto di un acciaccato Cassetti nel primo tempo: su un corner, il difensore argentino colpisce di testa a botta sicura ma il pallone si stampa sul palo alla sinistra dell’immobile Viviano. Dopo il mancato 3-0, la Roma stranamente arretra e negli ultimi 20 minuti inizia un’altra gara: il Bologna esce dal guscio ed i giallorossi iniziano a soffrire terribilmente la velocità dei felsinei. Al 72′ Di Vaio si divora un gol colossale su una veloce ripartenza: l’attaccante romano, servito ottimamente da Siligardi, si trova a tu per tu con Julio Sergio ma calcia alle stelle. Esito ben diverso ha la seconda palla gol capitata sui piedi del bomber rossoblu: al 77′, infatti, Di Vaio evita l’intervento di Rosi in area di rigore e con un sinistro volante incrociato buca Julio Sergio per un gol bellissimo che vale il 2-1 ospite. La Roma a questo punto trema prima su un tentativo di Rubin all’80’ con il giocatore ex Torino che non centra la porta difesa da Julio Sergio per una questione di centimetri e poi su Di Vaio che, liberatosi bene in area giallorossa, calcia potente ma centrale dando l’opportunità a Julio Sergio di mettere in corner. La beffa per i capitolini, però, è dietro l’angolo e si concretizza al 90′: azione velocissima sul binario di destra fra Mudingayi e Meggiorini con l’ex attaccante del Bari bravo a crossare dal fondo e trovare Di Vaio appostato sul primo palo. Per il bomber 33enne spingere alle spalle di Julio Sergio il pallone del 2-2 è uno scherzo e la rimonta rossoblu viene completata proprio all’alba del recupero. Nell’extratime arrivano solo cartellini gialli e all’Olimpico, fra i fischi dei tifosi giallorossi, finisce 2-2 fra Roma e Bologna. Un punto a testa che ha un peso specifico decisamente diverso: estremamente importante per i bolognesi, deludente per i giallorossi.

TABELLINO ROMA-BOLOGNA 2-2

ROMA (4-2-3-1) – Julio Sergio; Cassetti (dal 34′ G.Burdisso), Mexes, Juan, Rosi; Pizarro, De Rossi (dal 54’Brighi); Perrotta, Menez (dal 69’Simplicio), Totti; Borriello. Allenatore: Claudio Ranieri.

BOLOGNA (4-1-4-1) – Viviano, Garics, Portanova, Britos, Rubin; Radovanovic (dal 62’Casarini); Perez, Mudingayi, Paponi (dal 45’Gimenez), Siligardi (dal 77’Meggiorini); Di Vaio. Allenatore: Alberto Malesani.

RETI: 8’Borriello (R), 59’aut.Rubin (R), 77′ e 90’Di Vaio (B)

ESPULSI: Nessuno

AMMONITI: Rubin(B), Perez (B), Mudingayi (B), Di Vaio (B), Perrotta (R)

Francesco Maisano