Napoli: donna uccisa nella sua auto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:22

Porto di Napoli

Delitto a sangue freddo per una donna napoletana di 51 anni. Teresa Bonocore, residente a Portici, si trovava nella zona Porto di Napoli a bordo della sua auto quando è stata raggiunta da diversi colpi di pistola. Un omicidio che rassomiglia, in tutti i suoi aspetti e nelle vaghe dinamiche fornite dagli inquirenti, ad una vendetta camorristica: dei sicari si sono avvicinati alla sua vettura sparandole ripetutamente, e uno dei proiettili ha raggiunto anche la testa della donna.

La Bonocore era madre di quattro figli, due nati dal primo matrimonio con un italiano e i più piccoli da seconde nozze con un domenicano. Non è stata una vita facile quella vissuta da Teresa. Nel 2008 fece condannare a 14 anni di carcere l’uomo che abusò della figlia, che allora aveva appena otto anni. Gli investigatori battono proprio questa pista per risalire al movente dell’omicidio.

Fu testimone, infatti, nel processo per pedofilia che coinvolgeva due bambine, contro Enrico Perillo, 57enne tuttora incarcerato a Modena. Residente ad Ercolano, paese vicino Portici, dove viveva la Bonocore, l’uomo aveva abusato di due minori tra il 2006 e il 2007.

Le indagini proseguono anche alla luce di un atto intimidatorio avvenuto tre anni fa. Ignoti appiccarono un incendio sulla porta di casa di Teresa Bonocore. Fortunatamente le fiamme furono domate, cosicché non vi furono conseguenze gravi. Non è stato mai scoperto né movente, né responsabili di quell’episodio, ma il fascicolo, risalente al 2007, verrà riesaminato.

Il sindaco di Portici, Vincenzo Cuomo, ha affermato: “Ho avuto modo di conoscere personalmente Teresa e le figlie, l’amministrazione comunale mise in campo una serie di azioni sistematiche a supporto di questo nucleo familiare colpito da tante problematiche”. I vicini di casa si ritengono “sconvolti” da quanto appreso, avendo sempre visto la donna come una “persona tranquilla e serena che si alzava la mattina per andare a lavoro e tornava la sera”.

Nulla, insomma, che lasciasse presagire una tale vendetta nei suoi confronti.

Carmine Della Pia