Pagelle Sampdoria-Napoli: Gargano inarrestabile, Ziegler fa il possibile

SAMPDORIA

Curci 6: migliora sulle uscite, sembra più presente del solito e vola spesso per salvare il risultato. Può poco sul primo goal, potrebbe coprire meglio il suo palo sul secondo.

Zauri 6: fa il possibile su Lavezzi almeno nel primo tempo, nel secondo è chiuso completamente in difesa e non ha modo di avanzare. Potrebbe chiudere meglio sul secondo goal.

Gastaldello 5,5: non è attento come suo solito: forse la stanchezza inizia a fare i suoi scherzi. Falli evitabili e soprattutto è da uno di questi che nasce la punizione del pareggio di Hamsik.

Lucchini 5,5: come il compagno di reparto è disattento, ci mette la zampa spesso ma si fa ammonire nei primissimi minuti e compromette la sua partita.

Ziegler 6,5: le diagonali difensive sono il suo forte: nel primo tempo le prende tutte e riesce anche a farsi vedere in attacco. Annulla completamente Maggio.

Dessena 6: Meriterebbe di più se solo riuscisse ad essere meno confusionario con i piedi: sembra la bella copia di Padalino ma ci mette tanta sostanza e riesce a coprire bene in difesa.

Palombo 6: difende bene e fa quando serve il terzo di difesa ma dovrebbe evitare di tirare o quantomeno di ostinarsi a tirare punizioni: non ha proprio il piede.

Semioli 5: fuori forma e decisamente non in condizione. Di Carlo si ostina a farlo giocare ma non si capisce il perchè: da mediano non rende. (dal 24′ st. Mannini s.v. si vede pochissimo e non fa un lavoro degno di nota)

Guberti 7: ci prova da tutte le posizioni e mette Cassano e Semioli diverse volte davanti la porta, prende anche una traversa e ci mette tanta qualità. (dal 33′ st. Koman s.v.)

Pazzini 5,5: continua a soffrire di lombalgia e non è al meglio della condizione. Prende tanti falli ma non arriva mai al tiro. È mancato tantissimo. (dal 28′ Pozzi 6 entra e guadagna un rigore, peccato che non riesce a tenere su la squadra)

Cassano 5,5: il rigore trasformato non gli rende onore: se non fosse stato fischiato il fallo su Pozzi avrebbe sprecato la più nitida delle palle goal della partita. Per il resto è chiuso dalla gabbia dei giocatori napoletani.

NAPOLI

De Sanctics 6: è poco impegnato dalla Sampdoria e intuisce la direzione del rigore di Cassano.

Grava 6: se non fosse per i numerosissimi falli su Cassano meriterebbe anche di più per le chiusure e per la capacità di sopprimere l’avanzata doriana.

Cannavaro 6: peccato per il fallo da rigore altrimenti avrebbe preso una valutazione anche alta per la copertura che offre e per il raddoppio sempre presente su Cassano.

Campagnaro 5,5: attacca e mette apprensione: si lascia andare in diverse serpentine ma in difesa non è impeccabile e molte entrate si potrebbero evitare.

Dossena 6: ottimo nel primo tempo quando prova a trovare anche il goal e nello scadere del primo tempo lo manca di pochissimo. Nel secondo tempo cala per stanchezza.

Maggio 5: non è proprio il Maggio che ci si attende: Ziegler lo annulla quando necessario e si lascia cadere troppo facilmente. Non spinge e difende male su Cassano.

Gargano 7: in mezzo al campo crea gioco e mette in difficoltà i mediani doriani: prende una traversa verso il finire della gara e serve l’assist ad Hamsik per il goal.

Hamsik 6: segna il goal del pareggio, in fuorigioco, ma per il resto non è visibilissimo. Si sacrifica come mediano e risente della stanchezza.

Pazienza 6: nel primo tempo è un ottimo motorino di centrocampo e si veste anche da uomo assist per Lavezzi sul finire del primo tempo. Nel secondo tempo ha poco spazio.

Lavezzi 6,5: un po’ di nervosismo in campo nel secondo tempo ma tanta qualità nel secondo goal e in molte azioni salienti della sua squadra. (Dal 46′ st. Sosa s.v.)

Cavani 6: un voto che nasce solo dal goal partita dopo una gara completamente sottotono: solo un tiro che termina nelle mani di Curci e qualche spintone in area di rigore. Sta giocando senza sosta e un po’ si può giustificare.

Mario Petillo