Cile: trovati resti di un antico uccello, apertura alare da record

La scoperta è di quelle da far accaponare la pelle. Nel Cile settentrionale è stato ritrovato, da un’equipe di esperti, lo scheletro di un antico uccello marino vissuto tra i 5 e i 10 milioni di anni fa. Si tratta di un mostro del cielo dalle dimensioni eccezionali.

Come dimostrano le misure effettuate sui resti del volatile, le ossa delle ali avevano una lunghezza impressinante. L’apertura alare di questo straordinario esemplare, infatti, poteva raggiungere i 5,20 metri, molto di più di qualsiasi altro uccello conosciuto. Per fare un semplice confronto, un esemplare di albatros  urlatore, volatile vivente con la maggiore apertura alare mai documentata, raggiungeva i 3,63 metri d’apertura alare.

La straordinaria scoperta è stata descritta nei dettagli in un articolo pubblicato sul Journal of Vertebrate Paleontology e firmato da Gerald Mayr (Museo di storia naturale di Francoforte) e David Rubilar (Museo nazionale di storia naturale di Santiago del Cile). L’esemplare, secondo quanto affermato dagli eseprti, apparteneva alla specie dei pelagornitidi (uccelli dentati). Il bordo del loro becco, infatti, era solcato da molte proiezioni spinose simili a denti, utilizzati per trattenere le prede catturate in mare aperto.

Fossili di uccelli con il becco ricoperto di denti sono stati trovati praticamente in tutti i continenti. Tuttavia, si trattava in prevalenza di resti frammentari. Questo perchè le fragili ossa di questi animali difficilmente riescono a mantenersi integri con il passare del tempo. Il nuovo fossile, invece, è completo per il 70 per cento.  Proprio l’integrità dello scheletro ha fornit nuove informazioni sulle dimensioni e sull’anatomia di questo antico uccello. “Per quanto questi animali possano in qualche modo ricordare per l’aspetto le creature di Jurassic Park, si tratta in realtà di veri uccelli, i cui ultimi rappresentanti possono anche essere coesistiti con i primi esseri umani in Africa settentrionale”, ha sottolineato Gerald Mayr.

Di Marcello Accanto