Leopardato sì o no?

Le passerelle autunno/inverno non lasciano dubbi, quest’anno sarà all’insegna del leopardato bisogna solo scegliere se assecondare questa tendenza o meno.

Certamente i pregiudizi a riguardo non sono pochi, in tante associano le fantasie animalier ad un gusto poco raffinato per non dire volgare e arricciano il naso di fronte ad un’ecopelliccia leopardata anche se firmata dal miglior stilista.

È chiaro che indossare un capo solo perché “va di moda” sarebbe un grave errore, bisogna invece estrapolare dalle collezioni solo ciò che più si addice al proprio modo di essere e di vestire.

Tuttavia le grandi case di moda hanno creato abiti e accessori animalier davvero eleganti e glamour con l’intento di rinnovare questa fantasia un po’appesantita negli anni.

Jimmy Choo si è piazzato in prima fila; oltre alla splendida borsa leopardata con rifiniture in cavallino e cinghie dal gusto un po’ rock, ha stretto un’inaspettata collaborazione con Ugg Australia per tingere di leopardato anche i famosi stivali scamosciati della casa australiana.

Il catalogo di Lui-Jo si focalizza su una grande varietà di foulard (altro must della prossima stagione) con una fantasia leopardata diversa dal solito, sulle tonalità del grigio con bordi rosa per le più sbarazzine.

Possiamo dire che il leopardato da tappezzeria barocca si è notevolmente svecchiato, l’importante però è dosare con criterio questa fantasia piuttosto appariscente, lasciare che siano gli accessori a dare carattere magari abbinando un foulard animalier ad una maglia neutra.

Valentina Bauccio