Acne e brufoli addio, arrivano i cerotti hi-tech

Liberarsi da acne e brufoli imbarazzanti in tre giorni, ottenendo una pelle pulita e senza segni: tutto questo con l’applicazione di un semplice cerotto. Al bando quindi i trattamenti tradizionali a base di creme e antibiotici.

L'acne è una comune malattia della pelle che colpisce soprattutto gli adolescenti

E’ quanto promette la società tecnologica israeliana Oplon, il cui cerotto tecnologico sembra dire addio a brufoletti  e sebo cutaneo, sfruttando una piccola scarica elettrica in grado di sterminare i batteri associati all’acne.

L’acne è una comune malattia della pelle che colpisce soprattutto gli adolescenti, ma in alcuni casi dura anche anche una volta diventati adulti: una donna su 20 e un uomo su 100 ne soffre anche dopo i 25 anni d’età. Anche se di solito si sviluppa sul viso, può apparire sulla schiena e sul petto.

Gli studiosi israeliani descrivono il rivoluzionario cerotto hi-tech come una sorta di tessuto composto da molecole: viene usato una sola volta e produce risultati durante la notte. Quando viene applicato sulla pelle da trattare, le molecole generano un campo elettrico piccolissimo che elimina i batteri e fa sparire i segni dell’acne. Inoltre, continuano gli esperti, il cerotto aiuta “la pulizia delle zone circostanti“: esso rilascia acido salicilico, che rimuove la pelle morta che blocca i follicoli piliferi, e acido azelaico, che uccide i batteri nei pori.

I risultati dei primi test sperimentali dimostrano che il cerotto è in grado di eliminare i segni dell’acne in 3 giorni, migliorando le condizioni generali della zona colpita.

Al momento, il cerotto tecnologico è ancora sperimentale: gli autori sperano di ottenere i risultati dei test in corso entro fine anno e di commercializzarlo entro 2 anni.

Adriana Ruggeri