Robert Pattinson e Kristen Stewart rinunciano a Breaking Dawn?

Chissà che cosa accadrebbe se Robert Pattinson e Kristen Stewart si rifiutassero di continuare ad interpretare i ruoli rispettivamente di Edward Cullen e Bella Swan, in “Breaking Dawn”, ovvero in quello che è l’ultimo capitolo della saga più amata negli ultimi tempi, “Twilight”.

 L’idea non è del tutto azzardata, considerate le ultime dichiarazioni dei due giovani attori. Le riprese delle due pellicole che racchiuderanno l’epilogo del romanzo di Stephenie Meyer, dovrebbero cominciare a novembre, a Vancouver, e non in altre località come si vociferava.

Nelle ultime settimane infatti si sono susseguite una serie di notizie in proposito a questo attesissimo set, alcune delle quali non hanno poi trovato fondamento.

A quanto pare i protagonisti del film, Pattinson, Stewart e Lautner, si sarebbero opposti fermamente ad effettuare le riprese con telecamere 3 D. “Non ho mai sopportato i film in 3 D. Mi è capitato di vederne qualcuno da piccolo, e ricordo che alla fine mi ritrovavo sempre con il mal di testa.” , sono state le parole del sex symbol inglese.

 La Summit ha chiarito che i film non saranno girati in 3 D, ma questo non esclude che non possano essere convertiti in seguito.

La notizia ha creato delle polemiche tra alcune fan che già non gradiscono l’inevitabile  realizzazione della piccola Renesmee in Computer Grafica…. d’altro canto come sarebbe possibile darle fisico e voce di una persona in carne ed ossa?

 Per onor di cronaca già ad inizio 2010 sul “The Hollywood Reporter”, Jay A. Fernandez aveva avanzato l’ipotesi in un suo articolo, di vedere in 3 D “Breaking Dawn”.

 C’è da dire che alcune ammiratrici invece sono entusiaste all’idea di poter vedere da vicino i corpi di Pattinson e Lautner.

 Occorre attendere, e un bel po’…il 18 novembre sapremo se sarà necessario al cinema, comodamente seduti in poltrona, indossare i classici occhialini elettronici!

F.P.