The Pink Floyd Story: alle 22 su MTV

Stasera su MTV alle ore 22.00 andrà in onda The Pink Floyd Story: un documentario che ripercorre la carriera del gruppo storico che ha segnato la musica a livello mondiale.

I Pink Floyd hanno iniziato la loro trionfale carriera verso la fine degli anni sessanta e hanno segnato intere generazioni con la loro originalità musicale ed i testi filosofici.

Il gruppo si è formato nel 1965 a Londra dopo che Syd Barrett, Nick Mason, Roger Water, Richard Wright e Bob klose cambiano il nome del loro gruppo da The Tea Set in The Pink Floyd Sound, anche se in breve tempo scompare l’ultima parola.

Bob Klose lascia in breve tempo la band, che affida a Syd la scrittura dei brani ispirati dalle correnti psichedeliche che stavano ottenendo molta attenzione in quegli anni.

La loro popolarità inizia rapidamente a crescere fino all’uscita del loro pimo album intitolato The piper at the gates of dawn, molto elogiato dalla critica.

L’abuso di sostanze come LSD e altri tipi di droga da parte di Barrett costringe nel 1968 ad escluderlo dal gruppo, che continuerà la sua carriera come solista nel 1970 per poi ritirarsi a Cambridge fino alla sua morte avvenuta nel 2006.

La svolta musicale dei Pink Floyd avviene nel 1970 con Atom Heart Mother che vira verso il rock progressivo, album in cui la prima parte è composta da una suite di oltre 23 minuti.

Nel 1971 viene pubblicato Meddle, contenente la suite Echoes, e nel 1973 The dark side of the moon: il quarto album più venduto di sempre con 45 milioni di copie.

Sei anni dopo l’opera rock The wall conquista il mondo, seguito dal film diretto da Alan Parker Pink Floyd The Wall che ripercorre l’album senza dialoghi e utilizzando scene reali ed animazioni.

Con il passare degli anni lo stile di David Gilmour inizia a prevalere negli arrangiamenti e nelle composizione dei brani fino al 1994, anno di The division bell, quando il gruppo conclude il proprio percorso musicale come band.

Beatrice Pagan