Ue: stop allo zucchero nei succhi di frutta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:52

Basta zucchero nei succhi di frutta. La proposta arriva dal commissario europeo per l’agricoltura, Dacian Ciolos, che presuppone una modifica della direttiva europea in vigore (la 112 del 2001) che si allinea con la politica sulla salute pubblica e sulla promozione della dieta equilibrata che sostiene la Commissione europea.
Una proposta a favore del cibo sano e contro il cibo spazzatura sempre più consumato soprattutto da bambini e adolescenti.
Ma la proposta dell’UE non si ferma quì, e il Commissario europeo per l’agricoltura chiede d’introdurre anche i pomodori nella lista dei frutti utilizzati per la produzione di succo di frutta. Se approvata, questa misura potrebbe allargare il mercato e favorire nuovi sbocchi commerciali per le aziende agricole e per un settore dove la grande concorrenza ha ristretto i margini di attività e profitto.
La proposta della Commissione rafforza anche l’informazione ai consumatori. L’etichetta sui contenitori, infatti, dovrà riportare i nomi sia dei succhi di frutta, sia dei prodotti ottenuti da succo concentrato, o ancora se si tratta di una miscela dei due. Anche nel caso del nettare di frutta bisognerà indicare se è ottenuto interamente o parzialmente da un prodotto concentrato.
Il documento, che modifica la direttiva Ue in vigore, passa ora all’esame del Consiglio e del Parlamento europeo.

Daniela Ciranni

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!