X Factor 4: da Nevruz a Nathalie, che talenti!

L’edizione di X Factor di quest’anno è davvero una delle migliori, se non la migliore in assoluto per la quantità di talenti “messi in campo”. Molto si è parlato, e si parla, dei quattro giudici del programma: Elio, Enrico Ruggeri, Anna Tatangelo e Mara Maionchi. Sono stati loro e le loro schermaglie a monopolizzare l’attenzione dei media e di conseguenza degli appassionati di musica nelle settimane che hanno preceduto l’inizio del programma di Rai Due. Anche ora che il reality show è nel vivo, delle diatribe tra i giudici si discute ancora, anche se in percentuale molto meno.

Perché ad attirare l’attenzione del pubblico e degli utenti dei blog sono soprattutto i cantanti in gara. Quante belle sorprese che ci hanno regalato le prime puntate di X Factor 4. Abbiamo potuto scoprire dei talenti purissimi. Giovani che, oltre ad avere delle grandi qualità artistiche, sono, sanno essere, dei personaggi. D’altronde, è anche questo che gli autori dei programmi vogliono. E’ normale. Ma la cosa più importante è che si sia dato a ragazzi con qualità assolutamente indiscutibili e una passione per la musica davvero stupefacente.

I talent show sono spesso bersagliati dalla critica perché si punta troppo sulle esigenze del pubblico televisivo. Vero, però è vero anche che non viene affatto tralasciato il talento di chi deve partecipare a questo genere di trasmissioni. X Factor è un esempio positivo in tal senso.

Ancora una volta nella puntata di martedì i cantanti in gara si sono comportati benissimo, su brani anche diversi da quelle che sono le proprie caratteristiche e passioni. Per qualcuno i quattro giudici sono rimasti addirittura quasi choccati. Questi giovani non finiscono di stupire, sono più bravi di tanti altri che da anni vendono dischi e sono osannati da pubblico e media.

Due esempi su tutti: Nevruz e Nathalie. Potremmo farne tanti altri, ma ci sarà modo e tempo per parlarne.

G. M.