Polanski torna dietro la macchina da presa

Dopo il suo arresto, per il suo ritorno dietro la macchina da presa, Roman Polanski punta ai numeri uno, a dei veri e propri interpreti di classe e qualità molti dei quali premiati anche dall’Oscar. Nella sua prossima pellicola infatti  intitolata  ‘God of Carnage’ adattamento della premiata opera  teatrale di Yasmina Reza, vuole nel suo casting un parterre di  talenti allo stato puro: Kate Winslet vincitrice, l’anno scorso, come miglior protagonsta femminile per The Reader; Jodie Foster  candidata ben quattro volte ma che di statuette ne ha vinte addirittura due, nel 1988 per ‘Sotto accusa’  e nel 1990 per ‘Il silenzio degli innocenti’ e Christoph Waltz vincitore della scorsa edizione, degli Oscar per ‘Bastardi Senza Gloria’ . È molto probabile che ci sia anche la presenza di Matt Dillon, l’unico in questo quartetto a non aver conseguito l’ambito riconoscimento ma cinque anni fa c’è andato molto vicino come miglior attore non-protagonista per il film Crash.

Con una buona dose di humor nero e di crudeltà si tratta, in ogni caso, di una commedia  che ha come protagonisti  due coppie di sposi che all’inizio, si incontrano, in maniera civile e rispettosa per parlare dell’incidente che ha visto protagonisti i loro rispettivi figlioletti nel parco: ma la conversazione all’inizio amichevole  va via via esacerbandosi  cambiando tono e prendendo dei percorsi insospettabili.

C’è un precedente spagnolo, di questo film, intitolato ‘Un Dios salvaje’  nel  2008, in quell’occasione  le interpreti femminile erano Aitana Sanchez Gijòn e Maribel Verdù mentre i loro partner maschili erano Antonio Molero e Pere Ponce.

A quanto pare, è previsto che la pellicola s’inizierà a girare a Parigi nel febbraio del 2011,
prodotta dalla SBS e dalla Constantin Film, dove negli sudios locali si ricreerà New  York, luogo dove si svolgerà l’azione.

Maria Luisa  L.Fortuna