Anna Tatangelo e Milly D’abbraccio: scatta la querela per la lite

Anna Tatangelo

Sicuramente tutti ricordano la lite che ebbe luogo fra il nuovo giudice di X Factor 4, Anna Tatangelo, e la pornostar, ora produttrice, Milly D’Abbraccio, durante i casting.
Dopo l’esibizione della ragazza “protetta” dalla D’Abbraccio, i giudici non furono molto contenti; così, notando una certa sicurezza della ragazza e il suo disappunto per la bocciatura, le chiesero chi fosse la sua produttrice, tirata in ballo proprio dall’aspirante concorrente per dimostrare di non essere una dilettante. Ebbene, la produttrice è proprio la D’Abbraccio, che era fuori dalla sala del cast a godersi il provino della sua cantante.

Entrata nella sala dov’erano i giudici del programma, la D’Abbraccio ha subito intimato Anna Tatangelo di non esprimersi sulla prova della sua cantante, dal momento che, secondo l’ex pornostar, l’unico motivo per cui “Lady Tata” ricopre quel ruolo nel programma è il suo legame col famoso cantante Gigi D’Alessio. Scattò così la discussione.

Celebre, ormai, la frase pronunciata dalla Tatangelo per sminuire le pesanti parole di Milly D’Abbraccio sul suo conto: “Quando la persona è niente l’offesa è zero!”. Insomma, fra le due donne volarono un bel po’ di “paroloni”.
Oggi, a distanza di poco tempo dal momento in cui il video è stato mandato in onda su Rai 2, ha ottenuto su You Tube tantissime visualizzazioni da parte degli utenti.

Milly D’abbraccio, dal canto suo, è stata intervistata e ne ha approfittato per esprimere il suo giudizio su Anna Tatangelo nelle vesti di giudice del celebre programma canoro. In più, ha deciso di procedere con la querela, per ricevere dalla cantante un risarcimento pari a 300mila euro.

“Sono stata sfruttata. Il video, solo su YouTube, è stato visto 600mila volte. E io non ne ho avuto nulla – ha spiegato Milly – Mandarmi ‘affan…’ mentre ero di spalle è da vigliacchi! E poi, quella frase, ‘Quando la persona è niente l’offesa è zero’, Anna Tatangelo poteva risparmiarsela! È una ragazzina e dovrebbe avere rispetto per i grandi. Deve stare in disparte e tentare di cantare, se ci riesce. Peccato che faccia pena!”.

A. L.