Palermo: fuori pista aereo Wind jet, tanta paura e pochi feriti

Atterraggio da paura a Palermo, all’aeroporto “Falcone e Borsellino” per un Airbus derivato dall’ “A300” ( A319,A320, ) di proprietà della compagnia low cost Wind Jet. Il velivolo, durante la manovra per prendere terra ha subìto un danno alla parte posteriore, o almeno così riporta uno dei passeggeri. Contestualmente, alcuni forti rumori. Sull’aereo, proveniente da Roma-Fiumicino, viaggiavano 143 passeggeri.

Una ventina circa i feriti, tutti in modo lieve, vittime di varie escoriazioni che, fortunatamente sono risultate essere di poca importanza. Gli utenti sono poi stati fatti scendere dagli scivoli di emergenza, una volta terminata la corsa incontrollata del mezzo.Wind jet spiega che “Grazie alla bravura del comandante l’aereo è rimasto comunque in assetto“. La colpa, sarebbe attribuibile al cosiddetto wind sheare , sostanzialmente un cambiamento improvviso e molto significativo delle condizioni di vento, sia in forza che in riferimento alla direzione in cui soffia. Ciò avrebbe causato un danno alla parte posteriore, quello appunto segnalato da alcuni passeggeri, che avrebbe impedito al comandante di effettuare le operazioni di atterraggio in modo consueto.

L’aereo era partito in perfetto orario da Roma, alle 19, alle 20, sempre rispettando i tempi stabiliti, l’Airbus era venuto a trovarsi sopra l’aeroporto di Palermo, sul quale, oltre al forte vento, gravava anche un’intensa pioggia da molte ore. I feriti sono stati assistiti direttamente in loco.Per loro, non più di qualche escoriazione al volto ed agli arti superiori ed inferiori.

Le varie versioni dell’ A300, in volo dal 1972, possono trasportare da un minimo di 266 passeggeri ad un massimo di 361. L”apertura alare è vicina ai 45 metri per tutte le versioni, dieci in più, circa, la lunghezza del velivolo, contraddistinto da  peso di 172 tonnellate. L’A300 è in grado di volare in modalità “crociera” a 0.78 mach e di raggiungere una punta di 0.82. I velivoli hanno dimensioni minori dell A300 appartenenti alla Wind jet, dal quale però hanno tratto origine. L’A320, che può caricare fino a 180 passeggeri e l’A319 di poco più piccolo, che ne trasporta fino a 142. Le loro velocità di crociera si attestano sugli 830 km/h.

A.S.