F1, Singapore: Alonso vince davanti al duo Red Bull. Hamilton ritirato

La cavalcata trionfale del cavallino rapante non trova fine. Neanche in un circuito così difficile e ostico per la Ferrari la vittoria è stata negata. Già ieri in qualifica si era capito che forse la vittoria, prima nemmeno presa in considerazione, poteva essere davvero raggiungibile. Alonso ci ha creduto assieme alla sua squadra, ed il risultato ottenuto ha qualcosa di incredibile. Fernando infatti riesce a vincere il Gp di Singapore dopo aver condotto tutta la gara in testa. Una vittoria sofferta e difficile, visto che Vettel è rimasto sempre dietro, pronto ad approfittare di ogni errore da parte del pilota spagnolo. Errore che però non è mai arrivato. Il ferrarista ha avuto nervi saldi ed è rimasto sempre davanti, costringendo la Red Bull ad accontentarsi dei gradini più bassi del podio.

La RB6 era la macchina più performante del lotto, ma ciò non è comunque servito per conquistare il Gp. Webber, il leader del mondiale, riesce ad arrivare terzo e prendere importanti punti, aiutato dal fatto che il suo principale rivale Lewis Hamilton è costretto al ritiro dopo proprio un contatto con il pilota australiano. Un colpo pesante per la classifica, visto che questo secondo ritiro consecutivo fa perdere punti e posizioni nel mondiale al giovane pilota della Mclaren. Il campione del mondo in carica Button invece dimostra di non sentire troppo la pressione, non sbagliando mai e conquistando un quarto posto che lo fa rimanere dentro la lotta iridata. Stesso discorso per il quinto classificato Rosberg, che nonostante una macchina non competitiva riesce a prendere altri importanti punti e rimanere davanti ai bravi Barrichello e Kubica. Straordinario il polacco della Renault che negli ultimi giri compie degli avvincenti sorpassi mostrando tutta la sua classe di pilota. Infine bene anche Massa che, grazie alle penalizzazioni di Sutil e Hunkelberg, riesce a classificarsi ottavo nonostante fosse partito dal fondo della griglia.

Una gara lunga, difficile e piena di colpi di scena. Incidenti, Safety Car e clamorosi ritiri hanno fortemente caratterizzato questo appuntamento mondiale, che rilancia definitivamente le speranze mondiali del cavallino. A seguire la classifica finale.

Pos  Pilota        Team                       Tempo

1.  Alonso        Ferrari                    1h57:53.579

2.  Vettel        Red Bull-Renault           +     0.293

3.  Webber        Red Bull-Renault           +    29.141

4.  Button        McLaren-Mercedes           +    30.384

5.  Rosberg       Mercedes                   +    49.394

6.  Barrichello   Williams-Cosworth          +    56.101

7.  Kubica        Renault                    +  1:26.559

8.  Massa      Ferrari     +  1:53.297

9.  Hulkenberg    Williams-Cosworth          Penalità

10.  Sutil         Force india-Mercedes             Penalità

11.  Petrov        Renault                    +    1 giro

12.  Alguersuari   Toro Rosso-Ferrari         +    1 giro

13.  Schumacher    Mercedes                   +    1 giro

14.  Buemi         Toro Rosso-Ferrari         +    1 giro

15.  Di Grassi     Virgin-Cosworth            +    2 giri

16.  Kovalainen    Lotus-Cosworth             +    3 giri

Per quanto riguarda il discorso classifiche impossibile non notare il recupero di Fernando Alonso, che con la bella vittoria odierna si porta alle spalle del solo capo-classifica Mark Webber. Se la scuderia italiana manterrà l’attuale livello di prestazioni il mondiale è davvero conquistabile. Hamilton ora è terzo, staccato di nove lunghezze dal ferrarista mentre Sebastian Vettel riesce a racimolare preziosi punti. L’ultimo dei cinque contendenti al titolo è Button, con 25 punti di distacco dalla vetta. Ovvio quindi che ancora tutto è possibile e modificabile, trasformando le ultime quattro gare in appuntamenti cruciali. Per quanto riguarda il discorso costruttori ottimo lavoro della Red Bull che conferma la leadership, mentre Mclaren e Ferrari altro non possono fare che inseguire la scuderia austriaca. Mercedes distacca la Renault e rimane la quarta forza del campionato. Qui sotto entrambe le classifiche aggiornate.

Piloti:                                     Costruttori:

1.  Webber       202            1.  Red Bull-Renault          383

2.  Alonso       191                 2.  McLaren-Mercedes          359

3.  Hamilton     182             3.  Ferrari                   316

4.  Vettel       181                   4.  Mercedes                  168

5.  Button       177                 5.  Renault                   133

6.  Massa        125                6.  Force India-Mercedes       62

7.  Rosberg      122               7.  Williams-Cosworth          57

8.  Kubica       114                8.  Sauber-Ferrari             27

9.  Sutil         49                     9.  Toro Rosso-Ferrari         10

10.  Schumacher    46

11.  Barrichello   39

12.  Kobayashi     21

13.  Petrov        19

14.  Hulkenberg    18

15.  Liuzzi        13

16.  Buemi          7

17.  De la Rosa     6

18.  Alguersuari    3

Riccardo Cangini