Asia: scoperta scimmia che canta

Una notizia che ha dell’incredibile. Il mammifero a noi più simile, la scimmia, pare aver coltivato una qualità decisamente umana: il canto. Un team di scienziati tedeschi, infatti, ha scoperto l’esistenza di una nuova specie di scimmia in grado di emettere un suono che si avvicina molto ad una orecchiabile melodia. Il primate, che vive nelle alture tra Vietnam, Laos e Cambogia, è una particolare specie di gibbone il cui nome scientifico è Nomascus Annamensis.

Il primatologo Lutz Walter, che lavora presso il Centro di primatologia tedesco (Dpz) dell’Università di Gottinga, ha recentemente affermato che si tratta di una scoperta importante, in quanto il nuovo primate rappresenta la settima varietà di gibbone che è stata catalogata fino ad ora sul nostro pianeta. L’animale, che di fatto è molto simile al comune gibbone dalle guance rosa, è stato identificato e catalogato proprio per le sue straordinarie doti vocali, che rendono la sua voce simile ad una suadente melodia. Nessuno, fra i suoi simili, è infatti in grado di produrre un suono del genere.

Ovviamente, per fugare ogni dubbio, gli scienziati hanno dovuto analizzare accuratamente anche il Dna della scimmia. Anche se la voce rappresentava un ottimo biglietto da visita, per catalogare con esattezza la diversità con il comune gibbone dalle guance rosa, è stato necessario scandagliare nei dettagli il patrimonio genetico del primate. Grazie all’esame del Dna, gli studiosi hanno potuto constatare con assoluta certezza quanto avevano già intuito ad orecchio, cioè che la scimmia canterina è di fatto una nuova specie di gibbone non ancora conosciuta. I sorprendenti risultati di questa ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Vietnamese Journal of Primatology.

Di Marcello Accanto