Ecco il “Finger-food”

La tavola diventa un tripudio di miniature colorate e sfiziose, tutte da catturare con le dita.

La nuova tendenza è quella di concentrare le portate di un pasto in piccolissime porzioni disposte in bicchierini, cucchiaini e piattini da mangiare rigorosamente con le mani.

Gli invitati possono tranquillamente chiacchierare intorno al delizioso banchetto assaporando ora una tartina, ora un involtino e perché no, una micro porzione di pasta per poi ritornare alla tartina.

Una delle caratteristiche del finger food è proprio quella di non seguire le tradizionali norme del galateo e della tavola, si può mangiare  con le dita e passare dall’antipasto al secondo per poi tornare al all’antipasto e proseguire con il primo.

Non è certo un espediente creato dalle mamme per far mangiare i bambini più capricciosi, al contrario è la moda del momento che dall’happy- hour si è spostata anche nelle case degli italiani, così non è strano essere inviati ad un “finger food party”.

Non crediate però che alla padrona di casa siano risparmiate le canoniche fatiche della cucina, questi sfiziosi stuzzichini richiedono preparativi ben più laboriosi della classica teglia di lasagne; bisogna rispettare le micro misure, l’aspetto coreografico dei piattini e anche regolarsi con le quantità si rivela più insidioso.

Per la moda questo ed altro!

Valentina Bauccio