F1, la Renault vuole incontrare Raikkonen

Potrebbe essere la vera bomba del mercato targato 2011. Mesi fa era una semplice ipotesi, ma più il tempo passa più il progetto si sta concretizzando. Una rifinitura in continuo progresso, che tra pochi giorni vivrà il momento definitivo. Oramai tutti i Team iscritti al mondiale devono necessariamente aver già fra le mani un programma chiaro e coinciso sulle cose da fare per la prossima stagione, unito ovviamente a contratti e collaborazioni praticamente già firmati. Un lavoro da svolgere ora, per poi presentarsi al via della prossima stagione agonistica nella miglior forma possibile. Lo sanno bene i Top Team che hanno già pronto il loro piano lavorativo (addirittura la Mercedes è già al lavoro sulla prossima monoposto), lo sa bene anche la Renault, pronta a definire tutti gli accordi per un 2011 da protagonisti.

Ovvio quindi che la scuderia francese voglia capire adesso le reali intenzioni di Kimi Raikkonen su un suo ritorno in F1. Niente più dubbi o mere idee, il tempo di decidere è arrivato. Lo conferma il Team Principal Eric Boullier, che si appresta ad incontrare di persona il finlandese: “Sì, siamo in contatto con Raikkonen, ma non abbiamo ancora discusso seriamente. Potrebbe essere uno scenario possibile se dovessimo scegliere di non confermare Petrov. Sicuramente parlerò con lui, lo incontrerò e mi accerterò delle sue reali motivazioni. Voglio un pilota super-motivato, che sia finlandese, cinese o franco-svizzero.” La Renault quindi vuole capire se l’interesse di Kimi sia veritiero e sopratutto motivato, evitando di assumere un pilota svogliato o indeciso sugli obbiettivi da raggiungere.

Bisogna anche ricordare che l’anno prossimo sarà davvero un momento delicato per tutta Renault. Dopo essere riuscita a salvarsi dal fallimento, ora bisogna rilanciare il progetto. La solidità finanziaria è stata raggiunta, quindi le carte per divenire uno dei Team più forti del circus vi sono tutte. Manca però l’importante decisione sul nome che affiancherà Robert Kubica. Se l’opzione Raikkonen sfumerà (cosa ad oggi molto probabile), i pretendenti rimarrebbero il giovane Vitaly Petrov e Adrian Sutil. Il primo non è riuscito a dimostrare appieno il suo valore di pilota, ma alle spalle possiede grossi sponsor russi disposti a riempire di soldi la squadra. Sutil invece possiede meno liquidi, ma si presenta come un pilota maggiormente in grado di terminare ogni gara in zona punti, vitali per la classifica costruttori.

La priorità comunque all’incontro con Kimi. Solo dopo si capirà meglio la strada da intraprendere e i futuri cambiamenti di squadra da parte di uno o più più piloti. Certo che il ritorno di “iceman” sarebbe davvero una bella notizia per il mondiale, che aggiungendosi a quello di Schumacher vedrebbe la bellezza di ben cinque campioni del mondo battagliarsi per la vittoria finale. Un stupendo scenario, forse talmente particolare da divenire impossibile.

Riccardo Cangini