Svizzera: campagna xenofoba nel Canton Ticino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:41

Tre ratti simboleggiano i mali che corrompono, sarebbe il caso di dire rosicchiano, la tanto celebrata integrità Svizzera così come farebbero con un bel pezzo do formaggio emmenthal. Si tratta di una campagna lanciata nel Canton Ticino con affissioni di cui non si conosce il committente e pubblicata anche in internet sul sito www.balairatt.ch , diretta contro i transfrontalieri, lavoratori che attraversano il confine giornalmente per lavorare nella Confederazione Elvetica.

Gli italiani che quotidianamente passano la frontiera sono 45mila. I tre ratti sono: Fabrizio che vive a Verbania ma fa il piastrellista in Ticino; Bogdan il rumeno: non ha  domicilio e neppure lavoro; Giulio un avvocato, proprio come Tremonti. Inutile dire che le reazioni non si sono fatte attendere. Il senatore comasco Alessio Butti del Pdl si è detto “contrariato ed amareggiato per questa campagna” denigratoria dei lavoratori frontalieri ed ha depositato un’interrogazione parlamentare affinchè il governo italiano si attivi per tutelare l’immagine di questi lavoratori ricordando al governo svizzero gli accordi esistenti fra i due Paesi.
“Una aggressione intollerabile ai lavoratori frontalieri italiani oltre che un atto di razzimo”, così ha tuonato il vicepresidente della Commissione Affari Esteri della Camera, Franco Narducci che ha chiesto l’intervento del governo ticinese per oscurare il sito.
Il portale Ticinonews ha riportato le reazioni del mondo politico e delle istituzioni svizzere, ma soprattutto ha sottolineato la posizione del Consiglio di Stato che “tiene a prendere le distanze da questa campagna e a stigmatizzare il messaggio che essa veicola, genericamente offensivo nei confronti di cittadini stranieri”. Lavoratori che hanno contribuito alla crescita della comunità ticinese si nell’ambito dell’economia che del funzionamento delle strutture socio-sanitarie, come ha rammentato ancora una volta lo stesso Consgilio di stato.
M.D.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!