X Factor 4: i Kymera eccezionali

Ieri sera è andata in onda la quarta puntata di X Factor, un’unica manche degna di nota soprattutto per l’esibizione dei Kymera, che ha sorpreso tutti, lasciando con il fiato sospeso.

La performance dei Kymera, che hanno cantato Breathe dello scozzese Midge Ure (brano primo in classifica nel 1997), è stata a dir poco originale e sorprendente. Risulta difficile credere ai propri occhi. La coppia, nella vita e nella musica, era praticamente ferma sul palco e durante il ritornello oscillava su una piattaforma roteante. L’atmosfera e il gioco di luci rendevano il tutto ancora più magico e incredibile. Di certo non è stato facile cantare in quel modo, ma ce l’hanno fatta e hanno colpito non solo il pubblico, ma anche i giudici.

Elio preferisce sorvolare sulle imprecisioni, perché l’esibizione è stata convincente. Secondo lui “stanno migliorando. Mara Maionchi è rimasta molto colpita da quell’oscillare, una scenografia davvero particolare. E lo stesso vale per Lady Tata. Insomma sono stati davvero eccezionali, anche perché, come ha detto Luca Tommasini, “pochissime persone possono cantare in quella posizione perché bisogna usare muscoli e diaframmi e non è facile”.

Enrico Ruggeri, ovviamente, è stato molto soddisfatto del risultato raggiunto dal suo gruppo, ora l’unico della sua squadra. Chissà cosa combineranno la prossima puntata. Enrico, infatti, da loro vuole molto di più: “io voglio da voi il massimo e vi chiederò cose sempre più ardite, se ci sarà permesso”.

I dubbi iniziali sulle grandi capacità dei Kymera non fanno altro che dissiparsi con il proseguire delle puntate. E’ evidente anche agli occhi di chi non studia musica il loro progressivo miglioramento ed è sempre bello vederli ogni volta diversi, ogni volta sempre più sorprendenti.

Simona Leo