I food designer

Nel mondo delle apparenze anche il cibo diventa bello più che buono così accanto al cuoco si inserisce una nuova figura, il Food Designer.

Non cucina ma decide lui cosa far mangiare a oltre metà degli italiani grazie alla sua creatività e ad una formazione adeguata, ma cos’è in realtà il food designer?

È una delle figure più richieste nelle aziende alimentari e il suo campo d’azione è davvero molto vasto; si occupa di scegliere l’immagine di una confezione di cereali, di organizzare un catering particolare o di progettare un ristorante.

Il food designer studia il modo di catturare il consumatore nella sua rete giocando con colori, immagini e slogan, accade allora di acquistare dei biscotti solo perché si è attratti dalla scatola o dall’invitante descrizione degli ingredienti.

Non si tratta solo di marketing, c’è chi si proclama “artista del cibo” perché capace di organizzare catering con un gusto assolutamente innovativo, è il caso del gruppo milanese “Ciboh” anche loro food designer le cui creazioni sono davvero uniche.

Dal 2003 Ciboh collabora con grandi aziende come Nike ed Mtv organizzando food event per il lancio di alcuni prodotti, interessanti sono dei mini campi da calcio realizzati su dei porta pranzo oppure degli sfiziosi stuzzichini inseriti all’interno di capsule per promuovere il videogioco The Darkness.

Largo alla fantasia ma anche alla larga dai fornelli perché essere food designer non significa avere doti culinarie bastano fantasia carta e penna.

Valentina Bauccio