Vaccino antinfluenzale 2010-2011, parte la campagna del Ministero

All’arrivo della stagione autunnale, è partita la consueta campagna per la vaccinazione antinfluenzale 2010-2011. A darne notizia in data odierna è stato il Ministero della Salute con alcune raccomandazioni che prendono in considerazione anche il livello di allerta per il virus AH1N1, che ha destato preoccupazione lo scorso inverno.

“Nella relativa circolare emanata il 27 luglio 2010 sono contenute le indicazioni sulla composizione del vaccino e le categorie di soggetti cui sarà offerto prioritariamente e gratuitamente dal parte delle Regioni. Queste partiranno con l’offerta vaccinale durante e non oltre il mese di ottobre, secondo quanto organizzato con proprie delibere. Si rammenta – conclude – che la vaccinazione è lo strumento più efficace per prevenire l’influenza e le sue complicanze, sia per proteggere se stessi che per ridurre la diffusione dell’infezione“.

Gli interessati sono principalmente i malati cronici, gli anziani, ma anche il personale medico e sanitario e tutti quei lavoratori che sono a stretto contatto giornalmente con il pubblico. L’offerta di vaccino per queste categorie è gratuita ed è attivata da parte delle Regioni e Province Autonome, le quali utilizzeranno le strategie e modalità ritenute maggiormente efficaci a raggiungere una elevata copertura, quali il coinvolgimento dei medici di assistenza primaria e specialistica, l’utilizzo della Banca Dati Assistiti e degli elenchi delle esenzioni per patologia.

Solo secondariamente si porrà l’obiettivo di rendere disponibile alla restante popolazione il vaccino, anche in regime di co-pagamento. Presso le ASL sarà possibile fruire della vaccinazione, con compartecipazione alla spesa, per tutti i soggetti che ne facciano richiesta e che non appartengono alle categorie sopra elencate, senza pregiudizio per l’offerta ai gruppi a rischio per età e patologia.

Tutte le informazioni, tra cui gli elenchi delle categorie a cui è offerta la vaccinazione in via prioritaria, nonché le altre misure preventive nei confronti dell’infezione, sono contenute nella Circolare del Ministero della Salute.

Adriana Ruggeri