Calciomercato Lazio: anche i biancocelesti su Schelotto e Macheda. Kolarov: “Mai alla Roma”

La Lazio di questo inizio di stagione sta facendo sognare i suoi tifosi e la posizione di testa sta riavvicinando sempre più gente alla squadra. sul fronte mercatointanto si cominciano a studiare mosse per rendere questa squadra sempre più competitiva.

Obiettivo Schelotto – Assieme al suo Cesena sta ottenendo grandi risultati in questo avvio di campionato. Siamo parlando di Ezequiel Schelotto, talento di indiscutibile valore del club romagniolo e della Nazionale Under 21. La Lazio lo vorrebbe, ma lui ha già detto che il suo sogno sarebbe l’Inter. Club però nel quale, al momento sarebbe chiuso da un certo Maicon. Giusto allora che la Lazio come le altre pretendenti, ci provi, per tentare portare a casa uno dei talenti più promettenti del nostro campionato.

Macheda, il ritorno – Partì anni fa per Manchester quando ancora nessuno lo conosceva. Ora però che ad Old Trafford ha lasciato il segno, sembra proprio che per Federico Macheda possa essere giunta l’ora dell’atteso ritorno in Italia. In campionato che paradossalmente lui, emigrante di successo, non conosce. Tra le ipotesi più suggestive c’è un suo ritorno proprio alla casa madre, Roma, che lasciò per giungere alla corte di Sir Alex. Ovviamente la sponda sarebbe quella biancoceleste. Per costituire con Floccari, Hernanes e Zarate un attacco atomico. Pronto a riportare l’aquila in alto nel cielo della Serie A e dell’Europa.

Da Oltremanica Kolarov – E’ stato uno dei trasferimenti più tribolati, in pieno stile-Lotito, ma alla fine Aleksander Kolarov ha lasciato Roma per il ricco City, con buona pace dell’Inter e delle casse della Lazio, che hanno certamente sorriso. Dall’Inghilterra intanto, il serbo  torna a parlare   e le sue sono parole al miele per il suo vecchio club e per il nostro paese. “Questo paese mi ha fatto crescere molto come calciatore, ma anche come uomo – ha detto Kolarov –  quindi, spero di poterci tornare. Vestire la maglia della Roma? Questo no e se lo dico è perché lo penso”. Una promessa che col calcio di questi tempi fa registrare un punto a favore dell’ex biancoceleste.

Alessandro Iraci