Pagelle Parma-Milan: ottime le prove di Mirante, Pirlo, Ibra e Seedorf

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:37
Il portiere del Parma Antonio Mirante (Foto: Fornasari)

Al Tardini di Parma il Milan conquista un’importantissima vittoria contro i padroni di casa guidati da Marino. La squadra di Allegri ha infatti giocato un’ottima gara ieri sera, in cui ha sciorinato tutto il meglio di cui ha a disposizione quest’anno. Le ottime geometrie di Pirlo e Seedorf, le invenzioni di Ibra e Dinho e la corsa di un irrefrenabile Gattuso si sposano benissimo con una difesa attenta, dove Abbiati e Nesta giganteggiano. Non è andata invece bene ai Ducali di Marino, che ieri sera si sono mostrati troppo timorosi e poco propositivi. Per fortuna che c’era un Mirante in forma eccezionale, se no il Milan avrebbe vinto con una clamorosa goleada la sfida di ieri sera. Se l’ex-tecnico dell’Udinese non ritroverà nei suoi uomini l’ottima forma di inizio stagione, sarà davvero dura per il Parma ripetere gli ottimi risultati dello scorso anno.

PARMA:

Mirante 7: Dice di no più di una volta ad Ibra. Sul gol di Pirlo non può nulla, ma per il resto è lui a tenere in piedi la baracca gialloblù.

Zaccardo 5,5: Corre e cerca di chiudere dietro. Non è una grande serata per il Parma, e così la media si abbassa anche per lui.

Paci 4,5: Un giallo e tanta confusione dietro. Diciamo che ci sono state tante altre gare dove ha fatto molto meglio di ieri.

Lucarelli 5: Irriconoscibile. Soffre molto gli attacchi del Milan.

Antonelli 5: Chiude e riparte, ma fa molto di meno rispetto ad altre gare dove è stato davvero super.

Morrone 5: Un infortunio lo costringe ad andare fuori. Forse con lui al 100% il Parma avrebbe dato qualcosina in più sul piano della grinta. (Dal 51’ Dzemaili 5,5: Una buona prova al rientro dall’infortunio).

Gobbi 5: I guai fisici bloccano anche lui, che termina la gara zoppicando.

Angelo 5: Un giallo e una prova davvero opaca per l’ex-terzino del Lecce. (Dal 66’ Bojinov sv: Qualcuno sa se ieri ha giocato a Parma?).

Candreva 5: Non è in serata, e soprattutto non è Giovinco. I risultati in campo lo confermano. (Dal 46’ Valiani sv: Vale la stessa domanda di Bojinov anche per lui).

Marques 5: Antonini, Zambrotta ed Abate lo limitano. Serata davvero negativa per lo Spagnolo.

Crespo 5,5: Prova a dare la scossa ai suoi compagni, ma nessuno lo serve come si deve. L’ex di turno così si spegne col passare dei minuti.

Marino 5: Il suo Parma è l’opposto di quel Catania e di quell’Udinese che esprimevano tanto bel calcio, e che non si facevano spaventare da nessun avversario. Che fine hanno fatto i suoi schemi e le sue trovate in campo di stampo Zemaniano?

MILAN:

Abbiati 6: Non soffre tanto gli attacchi del Parma, e così passa una serata da semi-disoccupato.

Zambrotta 6: Con degli avversari poco brillanti si esalta e si guadagna un meritato 6.

Nesta 6,5: Chiude su Crespo d’esperienza. Quando le cose scricchiolano dietro, lui ci mette sempre una bella pezza.

Thiago Silva 6: Con un Nesta ed un Parma così la sufficienza viene naturale.

Antonini 5,5: E’ l’unico nella difesa del Milan a soffrire gli attacchi sterili del Parma. Una manata di Bojinov lo mette pure Ko. (Dal 71’ Abate sv).

Gattuso 6: Corre, lotta e recupera importanti palloni. Peccato per il giallo, che gli fa abbassare la media. (Dal 77’ Boateng 5,5: Gioca poco, ma sbaglia tutto e si fa anche ammonire).

Pirlo 7,5: In quel gol c’è tutto il meglio di se. Ronaldinho gli fa anche i meritati complimenti come se fosse un grande maestro di calcio brasiliano, ma nella sua Carta d’Identità c’è scritto “Brescia” alla voce “Nato a”.

Seedorf 7: Gioca un primo tempo sontuoso. Nella ripresa cala, e così si abbassa anche il suo voto in pagella.

Robinho 5,5: Un anno nel Brasilerao lo ha portato a livelli davvero pessimi. Fa bene Allegri a farlo giocare, ma per recuperarlo c’è ancora bisogno di tanto tempo. (Dal 72’ Pato 6,5: Entra e cerca subito il gol).

Ibrahimovic 7: Non vince la sfida personale con Mirante, ma gioca davvero bene per sé e per la squadra. Il giallo per uno stupido fallo gli fa però abbassare la media.

Ronaldinho 6,5: Va al piccolo trotto, ma con questo Parma è sufficiente fare così. Tante belle giocate, ma ha ancora molto da fare per ritornare ai livelli dello scorso anno.

Allegri 6,5: Per circa un’ora il suo Milan fa quello che vuole lui, ed il Parma va sotto senza reagire. Alla fine c’è un piccolo black-out, ma tutto sommato la squadra dimostra di seguirlo e di volere fare bene in questa Serie A 2010/2011.

Simone Lo Iacono

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!