Governo: Mpa, Maroni smetta di invocare elezioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20

Tra chi invoca il voto immediato e chi, invece, confida nel cammino normale della legislatura, all’interno del governo si fanno sempre più frequenti i contrasti. Contra la Lega Nord, che da tempo auspica senza troppi indugi un ritorno alle elezioni, prende la parola Aurelio Misiti, portavoce nazionale del Movimento per le Autonomie. ”Il ministro degli interni la smetta di invocare l’interruzione della legislatura per favorire la Lega Nord – dice Misiti -. Maroni non può rimanere a capo del Viminale se ogni mattina si spoglia della sua carica istituzionale e veste la camicia verde di militante del movimento leghista”.

Secondo il portavoce nazionale dell’Mpa ”anche altre formazioni, dimenticando gli interessi generali del Paese, invocano le elezioni per capitalizzare al pari della Lega, in un eventuale scontro elettorale, le difficoltà dei due più grandi partiti”.

Il Movimento per le Autonomie ritiene invece che ”la legislatura debba continuare non solo per difendere l’Italia dalla speculazione finanziaria internazionale, ma soprattutto – è l’idea di Misiti – per attuare il programma per il Mezzogiorno che nessun partito, per il bene dell’intero Paese, può permettersi di trascurare. Una interruzione traumatica della legislatura, causata solo da un contrasto esasperato con la magistratura vedrà la netta opposizione del Movimento per le Autonome”.

Nel caso in cui si dovesse andare al voto, è infine l’opinione dell’esponente Mpa, esse ”si dovranno svolgere con una nuova legge elettorale, la cui approvazione trova ormai il consenso di una maggioranza in Parlamento”.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!