Calciomercato Juventus: per gennaio idea Gilardino e il riscatto di Aquilani

Dalle colonne di “Tuttosport” trapela una notizia che ha del clamoroso: Alberto Gilardino potrebbe lasciare la Fiorentina già a gennaio per vestire la maglia bianconera della Juventus. Il D.s. Marotta starebbe infatti facendo il possibile per regalare a mister Del Neri un importante tassello che vada a completare un organico che, nonostante il miglior attacco del campionato, vede nel reparto offensivo la mancanza di un giocatore dalle caratteristiche tecniche del biellese.

I PERCHE’ DELL’OPERAZIONE – La prolificità della squadra bianconera non deve e non può lasciar passare inosservato un dato molto significativo: delle dodici reti messe a segno in queste prime sei gionate solamente quattro portano la firma di attacanti (nello specifico Quagliarella e Iaquinta con due centri a testa). La squadra crea un buon volume di gioco, le fasce cominciano a spingere secondo i dettami impartiti da Del Neri ma le punte per ora stentano a decollare. Quagliarella e Iaquinta sono più seconde punte che dei centravanti boa, capitan Del Piero nonostante rimanga un leader carismatico non brilla più come un tempo mentre Amauri rappresenta la maggior incognita del momento. Sembrava recuperato fisicamente e mentalmente ad inizio stagione ma le sua presenza in campo è stata pregiudicata da continui problemi fisici. Con Gilardino la Juventus si assicurerebbe non solo la tanto agognata prima punta ma anche un giocatore incisvo, costante e  capace di segnare fino ad ora la bellezza di ben 130 gol nella massima serie.

AQUILANI HA CONVINTO –  Marotta non si ferma all’affare Gilardino. Il dirigente bianconero è infatti intezionato a riscattare dal Liverpool la seconda metà del cartellino di Alberto Aquilani già nel mercato invernale. Nelle  casse degli inglesi dovrebbe essere versata una cifra pari ai dodici milioni, ma visto le diffioltà economiche dei “Reds” è probabile che il prezzo possa anche diminuire pur di monetizzare. Il giocatore, che due stagioni fa vestiva la casacca giallorossa, sembra aver definitivamente convinto l’allenatore Delneri che vede in lui un giocatore raro, capace di abbinare alla quantità un’indiscussa tecnica. In pratica, il prototipo del centrocampista moderno.

Andrea Femiano