Annozero, la Santanché a De Magistris: Mafioso

Dopo lo scontro, ad Exit, tra Nicola Porro, vice direttore de Il Giornale e Fabio Granata, esponente di Futuro e Libertà, stavolta le parole grosse sono volate ad Annozero, la trasmissione condotta da Michele Santoro, con Marco Travaglio e Vauro.

C’erano, tra gli altri, Daniela Santanché, esponente di centrodestra, e Luigi De Magistris, europarlamentare dell’Italia dei Valori.

La Santanché aveva parlato della lotta del governo alla criminalità organizzata: “Questo è il governo che più di tutti ha fatto contro le mafie. Sono state arrestate centinaia di persone, boss mafiosi, latitanti pericolosi, ecc. Nessuno ha avuto i risultati che abbiamo avuto noi. Quindi i cittadini devono fidarsi dello Stato e sapere che le istituzioni sono sempre vicine a loro”.

Ma De Magistris è di tutt’altro avviso: “Sono i giudici, i carabinieri e i poliziotti ad ottenere risultati nella lotta al crimine. Non siete voi ad arrestare i delinquenti. Se molti finiscono in galera è grazie alla lotta quotidiana di magistrati e militari. Che c’entrate voi nei loro successi. Un governo si occupa di fare le leggi, non arresta i criminali. Vogliamo parlare delle vostre leggi? Falso in bilancio, intercettazioni, scudo fiscale…tutte norme che favoriscono le mafie, altro che lotta alla criminalità! Ma cosa sta a dire?”

La Santanché si sente aggredita da De Magistris, che cita anche alcune inchieste giudiziarie e i personaggi coinvolti. “Mafioso, usi dei metodi mafiosi. Ecco cosa sei – sbotta l’esponente del centrodestra. – Se lo merita questo appellativo, perché usa metodi tipici dei mafiosi. E non ho paura se mi querela, quel che dovevo dire l’ho detto”.

Non finisce proprio in rissa perché l’esponente dell’Italia dei Valori la prende con ironia e filosofia: “Ma quale querela, si figuri. Pensa che ho tempo da perdere con lei?

Quello con De Magistris non è stato l’unico scontro della Santanché, che è esplosa anche contro Angela Napoli, esponente di Fli.

G. M.