Basket, il senese Moss accusato di stupro

E’ già successo nel mondo del basket, ma di solito accade in NBA. Questa volta, invece, un’accusa di stupro scuote la pallacanestro italiana alla vigilia della Supercoppa, che si disputerà oggi tra Siena e Bologna: il giocatore della Montepaschi David Moss è stato denunciato per violenza sessuale da un’assistente di volo della Lufthansa. Il fatto risalirebbe al 5 Ottobre scorso.

Il fatto – Secondo quanto riferito dalla hostess agli inquirenti, i due si sono conosciuti sul volo che ha riportato in Italia la compagine senese, di ritorno da un torneo amichevole in Polonia. Moss avrebbe fatto delle avances alla ragazza, dapprima rifiutate, poi accettate per un giro in centro a Firenze. Da lì, si sarebbero spostati nella macchina del cestista statunitense: è lì che il 27enne della Mps avrebbe costretto la giovane ad avere un rapporto sessuale. La ragazza si sarebbe poi presentata in ospedale dove un medico ha constatato segni di violenza e ha segnalato il caso alla polizia.

Moss si discolpa – A difendere il cestista è l’avvocato Lucatti, che afferma: “Il mio assistito nega ogni violenza: è stata la hostess ad avvicinarlo sull’aereo e nel locale dove hanno trascorso la serata, lei stessa è stata protagonista di atteggiamenti provocatori e che non lasciano dubbi. Anche la società senese, in una nota, prende atto della versione del legale di Moss: “La società è stata tempestivamente informata, al momento della denuncia, dallo stesso giocatore che ha manifestato la propria sorpresa per la situazione venutasi a creare. Per questo motivo e anche per il fatto che le versioni rilasciate dalle due parti sono fortemente discordanti, la società prende atto della posizione del proprio tesserato”.

Un caso scottante, proprio alla vigilia del primo appuntamento ufficiale della nuova stagione della palla a spicchi italiana.

Edoardo Cozza