Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Vienna, estrema destra in crescita

CONDIVIDI

L’estrema destra è il partito rivelazione. A Vienna, nelle elezioni provinciali il movimento FPOE di Heinz-Christian Strache conquista il 27% dei consensi, un dato storico per questa formazione in una città di tradizione politica socialista. Mancano poche schede al conteggio, ma non si prevedono cambiamenti significativi.

Gli ideali della FPOE sono di natura nazionalista, quindi un forte carattere conservatore. I loro discorsi sono incentrati sull’immigrazione e la pubblica sicurezza. Il risultato di oggi è il migliore dal 1996, quando con l’allora Jorh Haider conquistarono il 27,9% alle tornate nazionali. Haider, nel 2008 in un incidente stradale, è stato il leader che ha portato al successo i conservatori. Molti rivedono in Strache il suo successore. I oscialdemocratici vincono ma perdono molti consensi. Ha ottenuto il 44,1% contro il 49,2% delle scorse elezioni. Dunque una flessione, nonostante i sedici anni di mandato del sindaco progressista Michael Haeupl.

Dura sconfitta anche per i Popolari, Verdi ed estrema sinistra. Non è il primo contesto in cui gruppi di estrema destra brillano su altri. Alle europee del 2009 il British National Party ha ottenuto il 6,2%. Più recente il caso della Svezia, dove i Demcoratici Svedesi hanno ottenuto 20 seggi. Per molti politologi questa avanzata è il segno di un’alternativa riformista poco credibile e unita. Dal canto suo Heinz-Christian Strache non ama essere definito “estremista”, poiché servono politiche sull’immigrazione anziché retoriche.

Matteo Melani

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram