Basket, preseason NBA: ok Belinelli e Bargnani, incolore Gallinari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:22

E’ tempo di amichevoli in Nba: in attesa dell’inizio della stagione 2010/2011 (al via il 26 ottobre), le franchigie si scontrano tra loro per trovare i nuovi equilibri dopo i tanti trade dell’estate. Nella notte sono scesi in campo tutti e tre gli italiani che militano nel campionato cestistico più famoso del mondo: ottima la prova di Belinelli, che trascina New Orleans alla vittoria; benino Bargnani, in crescita dopo le brutte prestazioni dei giorni passati; male Gallinari, impreciso al tiro e poco incisivo nella sconfitta subita dai Knicks contro Boston.

Il “Beli” – Terza squadra in tre anni per Belinelli e, finalmente, un posto da titolare inamovibile: il “Beli” si sta scoprendo un uomo chiave per gli schemi degli Hornets. E ieri notte ha mostrato tutte le sue qualità, ripagando la fiducia di coach Williams: nella bella vittoria contro i Miami Heat (privi di LeBron e Wade), l’azzurro ha messo a segno 19 punti, top scorer dei NO. Punteggio finale della sfida: Hornets-Heat 90-76.

Il “Mago” – Andrea Bargnani è atteso da una stagione importante: sarà lui la stella dai Raptors, dopo l’addio di Bosh. Un ruolo in cui il romano fatica ancora a immedesimarsi: dopo un avvio di preseason decisamente misero, ieri notte si è ripreso: ma per trascinare la sua compagine ai playoff ci vorrà molto di più. Nella vittoria dei canadesi contro Philadelphia il “Mago” si segnala per l’ottima prestazione difensiva, ma l’imprecisione in attacco (14 punti con 6/22 dal campo) va limata. I Raptors hanno, comunque, superato i 76ers dopo 2 supplementari: 119-116.

Il “Gallo” – Match sottotono per Danilo Gallinari: i suoi Knicks sono stati battuti 101-104 dai Celtics e per il “Gallo” solo 11 punti, frutto di un misero 2/8 dal campo. Prestazione incolore che non scalfisce le qualità del giovane “newyorkese”, vero e proprio idolo del Madison Square Garden e pallino di coach D’Antoni. Sarà pronto riscatto: non c’è da dubitarne.

Edoardo Cozza