Bce: ripresa lenta, servono riforme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:01

“Siamo in un clima di crescita moderata”. Così la Bce commenta la situazione economica in Europa. Nel bollettino mensile, l’Eurotower torna a dettare le diritte per un nuovo sviluppo.

Dall’Eurotower, si apprende che nel secondo trimestre 2010 il Pil di eurozona è cresciuto dell’1,0% rispetto allo scorso periodo.

Il monito della Banca Centrale Europea agli stati membri, è per un radicale cambiamento della struttura socio-economica . “L’urgente attuazione di riforme strutturali di ampia portata è essenziale per migliorare le prospettive di una maggiore crescita sostenibile”. Ricordiamo che fra i paesi europei la Germania è stata la prima della classe: ha registrato un aumento del 2,2% della ricchezza. Bene anche l’Austria che vede il segno +0,9%.

Non mancano appelli per il risanamento fiscale. “Occorrono piani di risanamento pluriennali credibili, che rafforzeranno la fiducia dei cittadini nella capacità dei governi di restituire sostenibilità alle finanze pubbliche, ridurranno i premi al rischio nei tassi di interesse e quindi favoriranno la crescita durevole nel medio periodo”. Se da Francoforte arrivano parole per un nuovo approccio alla crisi, il ministro per l’economia Giulio Tremonti preme per uno spirito unito dell’Europa. ” C’è gia un Parlamento in Europa dove ci sono elementi che si presentano divisa. Si pone un problema di democrazia. Il compito è fare quello che dobbiamo fare conservando fondamentalmente la democrazia”.

Matteo Melani