Sarah: Sabrina Misseri arrestata, una cella al posto della tv

E’ ancora forse un pò presto per parlare ma i fatti sono questi: Sarah Scazzi è morta; è stata uccisa dallo zio  Michele Misseri e ieri Sabrina, figlia del mostro e cugina della vittima, è stata arrestata. Niente più ospitate in tv per lei ma solo una cella almeno dalle 22 di ieri. Ecco quindi l’ennesimo colpo di scena in questa storia che è diventata ormai un vero e proprio caso mediatico. Pensate che ieri sera il conduttore di Matrix, Alessio Vinci, si è persino scomodato e ha ragginuto Avetrana da dove ha condotto la diretta.

Sabrina Misseri la cugina di Sarah, la sua migliore amica, quella che era per lei come una sorella avrebbe avuto un ruolo importante nell’assassinio della piccola. Ieri è stato proprio quel padre che lei nelle ultime ore aveva  tanto difeso a crollare. Non era da solo in quella cantina-garage; con lui c’era Sabrina, inutile continuare a negare. Come ieri sera ha più volte ribadito il legale della famiglia Misseri, la ragazza non ha confessato e nega ovviamente le accuse.

Cosa sentiremo in tv oggi? Sarà davvero interessante vedere la faccia di chi in questi giorni diceva di poter mettere la mano sul fuoco credendo nell’innocenza di una ragazza di ventanni. Sarà un peccato per tutte le trasmissioni che in questi giorni ospitavano una ragazza, che sempre stando alle poche notizie che abbiamo, non era poi così tanto innocente.

Se di Misseri si è detto che è stato un bravo attore, cosa si dirà di sua figlia che ha versato fiumi di lacrime e ricostruito la sua versione dei fatti tante di quelle volte senza mai farsi vedere indecisa? Come già detto è presto per parlare e per dare giudizi perchè almeno per ora, colpevoli non ce ne sono. Come si comporteranno però adesso i telespettatori, la gente, tutti quelli che si sono sin da subito scagliati contro il mostro?

I vari programmi televisivi dovranno andare alla ricerca di altri ospiti cercando magari questa volta di dare la parola a chi racconta la verità non a chi in preda a un delirio di onnipotenza vuole mostrarsi a tutti i costi.

Filomena Procopio