Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Il Governo conferma: dal 2011 stop ai sacchetti di plastica

Il Governo conferma: dal 2011 stop ai sacchetti di plastica

La notizia non può che far piacere a chi da anni si batte in difesa dell’ambiente. A partire dal prossimo 1 gennaio 2011, i sacchetti di plastica, utilizzati per l’asporto delle merci, verranno sostituiti da quelli biodegradabili. A dare conferma di questa scelta ecologista è il sottosegretario all’Ambiente Roberto Menia, che ha risposto ad una interpellanza presentata alla Camera dal deputato Giulia Cosenza (Fli). In attesa che i sacchetti inquinanti scompaiano dal commercio, sottolinea Menia, “é previsto l’avvio di un programma sperimentale volto a promuovere la progressiva riduzione della commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili”.

Confermata dunque la decisione di fare a meno della plastica inquinante, materiale che verrà sostituito, almeno nella forma dei sacchetti della spesa, dalla buste biodegradabili, già attualmente in commercio in molte catene della grande distribuzione. L’esponente del governo ha poi sottolineato che per realizzare questa importante operazione di riduzione dell’inquinamento ambientale, è stata stanziata una somma pari a un milione di euro, denaro che verrà investito anche per favorire “un radicale cambiamento dei comportamenti e del costume”.

Le risorse messe a disposizione serviranno per avviare una triplice azione. Innanzitutto si cercherà di analizzare nel dettaglio il ciclo di vita dei sacchetti biodegradabili, già utilizzati da alcune catene della grande distribuzione. Su un altro fronte si cercherà di investire denaro per una campagna di informazione e di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini-consumatori, cercando di far capir loro l’importanza della rinuncia alla plastica e del rispetto per l’ambiente che ci circonda. Infine, una parte notevole delle risorse economiche verranno utilizzate per una capillare distribuzione dei sacchetti ecologici nei vari siti. “Il ministero dell’Ambiente – ha concluso Menia – sta promuovendo una massiccia e capillare campagna di informazione dell’opinione pubblica per renderla edotta di questa importante novità normativa ottemperando così ai suoi compiti istituzionali”.

Di Marcello Accanto

Comments are closed.