Robert De Niro: lacrime e commozione per “Manuale d’amore 3”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:59

Un’altra splendida interpretazione? Ma no, dai. Cerchiamo di conservare intatta – non senza un goccio di innocenza –  l’idea che anche i grandi divi del cinema abbiano dei momenti di debolezza e siano ancora capaci di commuoversi pubblicamente. E speriamo di averne avuta la dimostrazione, perché questo è quanto successo durante la conferenza stampa di Manuale d’amore 3. Cast presente al completo e su tutti lui, Robert De Niro, il toro scatenato del cinema, che parla del rapporto stretto sul set con i colleghi italiani. Sul viso, nel frattempo, gli scendono dei piccoli rigagnoli di lacrime, tra lo stupore di stampa e addetti ai lavori, che hanno sempre dato credito alla leggenda di un De Niro freddo, cinico e professionale.

“Ho contatti con tante persone diverse – ha spiegato De Niro, con voce un po’ rotta – ma è molto bello ritrovarsi con chi recita insieme a te. Ci si capisce davvero. Oddio, mi sto commuovendo, ma credetemi: è stata un’esperienza fantastica…“. Tutti increduli, forse lui per primo, ma il momento è a dir poco unico. E a far riprendere dallo stupore, subito dopo, tutti i compagni di cast, che hanno tessuto le lodi del divo italo-americano, apprezzato dai colleghi soprattuto per la sua umanità.

“Il numero uno è uno e si chiama Bob – ha dichiarato Carlo Verdone -. Ha dimostrato la sua grandezza attraverso umiltà e signorilità. Ci siamo conosciuti non parlando delle sue grandissime interpretazioni, ma mostrandoci a vicenda le foto dei familiari sui nostri iPhone”. A Verdone ha fatto eco Monica Bellucci: “All’inizio ero intimidita dalla star, come gli altri: poi abbiamo conosciuto l’uomo e ci siamo tutti innamorati”.

Nel nuovo capitolo della commedia diretta da Giovanni Veronesi, De Niro interpreta un professore di storia dell’arte in età avanzata, che dopo il divorzio lascia la sua America per venire a vivere a Roma. Nella capitale si innamorerà di una donna dolce e affascinante, interpretata della Bellucci (e poi si chiedono anche perché ha accettato il ruolo?). Una storia che parla di amore, un sentimento che “è sempre lo stesso, a ogni età – ha dichiarato De Niro -, ed è sempre meraviglioso: solo che, invecchiando, si è più consapevoli del fatto che tutte le cose hanno una fine”. Un’altra particolarità: per la prima volta, in Manuale d’amore 3, De Niro reciterà completamente in italiano. Ennesima sfida di un attore che ha il buon senso di non sentirsi mai arrivato.

Roberto Del Bove

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!