F1, nuove polemiche tra Schumacher e Barrichello

Il ritorno di Michael Schumacher in Formula uno non e’ stato trionfale come molti (tra cui lui stesso) credevano. Le difficolta’ nell’adattarsi alle nuove vetture e regolamenti, una macchina poco competitiva e una generazioni di piloti agguerriti e veloci hanno offuscato l’immagine del “Kaiser” Schumi. Un rientro quindi infelice, che pero’ ci ha regalato un qualcosa in piu’. Infatti in questa stagione abbiamo visto il ritorno della vecchia sfida tra Schumacher e Rubens Barrichello.

Una rivalita’ iniziata quando erano compagni di squadra in Ferrari e mai finita. Il tedesco che trionfava e stracciava record su record, il brasiliano costretto ad inchinare la testa ed eseguire gli ordini. Tanti bocconi amari il povero Rubens ha dovuto ingoiare a causa di questa gerarchia fissa. Una situazione che pian piano ha rovinato l’armonia tra i due, sino a farli diventare veri e propri nemici, sia in pista che fuori. Gia’ nel 2005 si era capito che qualcosa era cambiato, con quel duello ad Indianapolis che mostrava al mondo intero la voglia di vendetta di Rubens. E nonostante sia passato del tempo, la questione e’ tutt’altro che chiusa.

Prima il sorpasso-suicidio in Ungheria, ora questa polemica nelle qualfiche. Barrichello infatti ha esposto un reclamo alla FIA per presunto comportamento irregolare da parte di Schumacher. Che cosa sia successo lo spiega lui stesso: ” Abbiamo lasciato il box nello stesso momento, gli ho dato 5 secondi per avvantaggiarsi in pista e poi ho iniziato il mio primo giro veloce, che era buono, ma quando siamo arrivato nella curva 5 lui non mi ha lasciato passare. Ho voluto perciò fare reclamo, l’ho fatto per il principio“. Sara’ anche per principio, ma il fatto che c’entri proprio Schumi l’ho ha ancora piu’ invogliato.

Michael si difende affermano di non essersi accorto di nulla: ” La squadra non mi ha avvertito che lui alle mie spalle era nel giro veloce, mi dispiace. Ma non l’ho ostacolato apposta.” Una scusa che pero’ non convince il brasiliano: “Gli specchietti ci sono apposta, non si puo’ fare affidamento solo sul team.” Una piccolo avvenimento che difficilmente trovera’ soluzione. Per ora sono solo piccole cose, ma se si continuera’ di questo passo il futuro ci riservera’ delle belle sorprese. 

Riccardo Cangini