Matera: abusi sessuali su minorenne disabile, tre arresti

E’ l’ennesima storia di violenza e di emarginazione quella che ha visto vittima un minorenne disabile del materano, del quale tre uomini – di età compresa tra i 36 e i 27 anni – hanno abusato sessualmente dalla fine del 2007 al 2009. A rendere noti stamani i particolari dell’operazione, denominata «Lex Scatinia», sono stati il dirigente del Commissariato di Pisticci (Matera), Raffaele De Marco, e la dirigente della Questura, Luisa Fasano.
Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, alla fine del 2007, il giovane disabile, che all’epoca aveva solo 14 anni, fu avvicinato dai tre uomini (un quarto è stato denunciato in stato di libertà alla magistratura) che, in più occasioni, hanno cercato di attirarsi la simpatia del ragazzo offrendogli delle bevande. Un favore che, però, il 14enne doveva pagare a caro prezzo, soprattutto di sera e nel fine settimana, quando doveva mettersi a disposizione dei tre uomini che, in auto o in  una cantina del centro storico di Ferrandina (in provincia di Matera), ne abusavano sessualmente.

La Polizia si è servita nel corso delle indagini di alcune segnalazioni giunte dalla scuola frequentata dal ragazzo: gli agenti hanno così potuto scoprire che, nel 2010, i tre uomini avevano anche minacciato il disabile di non dire nulla delle violenze.

Per i tre, che non hanno precedenti penali, il gip di Matera, Rosa Bia, su richiesta del pm Valeria Farina Valaori, ha intanto emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Raffaele Emiliano