L’ONU prepara il mondo al contatto alieno

La clamorosa notizia di poche settimane fa, che apriva ufficialmente le porte dell’Onu agli Ufo, era purtroppo inaccurata. Una bufala.

L’origine della falsa notizia è nel quotidiano del Regno Unito Sunday Times, con un articolo che ha sollevato un bel polverone e molti malintesi. Per chi si fosse un po’ distratto ricordiamo che lo scorso 26 settembre, e per oltre una settimana, era ribalzata sui principali quotidiani stranieri, in primis quello britannico, e su diverse autorevoli agenzie stampa internazionali (New York Post, Telegraph) e italiane (Ansa) la conferma che le Nazioni Unite intendessero nominare un ambasciatore col compito di “negoziare” con gli alieni in caso di un contatto più che ravvicinato, individuando nella dott.ssa malese Mazlan Othman (astrosifica) la candidata ideale a rappresentare la nostra Terra ed accogliere finalmente gli extraterrestri.

La Othman, che comunque dirige l’Ufficio per gli Affari dello Spazio Extra-atmosferico (Unoosa), appresa la notizia ha davvero faticato per smentirla negando il suo presunto ruolo di ambasciatrice spaziale. Ha più volte precisato e ribadito, prima con diverse email alle agenzie cadute in equivoco, poi con un intervista rilasciata alla BBC, e per finire in una conferenza stampa al Palazzo di Vetro, che il suo incarico non ha niente a che fare con gli alieni ma prevede di aiutare i Paesi dell’ONU a decidere come comportarsi ed agire sulle “questioni spaziali”. Incarichi quindi meno fantascientifici ma molto più urgenti per noi terresti, tra cui: assicurarsi che lo spazio non venga sfruttato per scopi militari, garantire meno “immondizia” lasciata in orbita dalle missioni spaziali e far sì che vi sia una politica unitaria dell’Onu nel caso un asteroide si dirigesse contro la Terra.

Insomma, la dott.ssa malese non si occuperà certamente di E.T. bensì di detriti spaziali, meteore e quant’altro rischi di collidere con la Terra.  A meno che la Othman non abbia già assunto, segretamente, il ruolo di interlocutrice ufficiale per gli alieni e che tutto questo “pettegolare” siano la solita disinformazione e depistaggio appartenenti alla “congiura del silenzio”. Chi può dirlo, staremo a vedere.

Pasquale Gallano